Chiudi
 Serie 04

Norme 06


4.6 (127)

1670 mag. 11-1722 dic. 27

Amministrazione della Cappella musicale e suppliche di musicisti

Cassetta moderna di cartone contenente:

1) Regolamenti e ducali sul funzionamento della Cappella musicale (1670 mag. 11-1765 ott. 3)

fasc. contenente:

1. Regolazioni per il buon ordine da praticarsi nell’insigne capella del glorioso sant’Antonio di Padova, Padova, Giovanni Battista Conzatti, 1721

opuscolo a stampa; p. num. 3-26

2. Capitolario degli obblighi de’ musici nella chiesa e Cappella del glorioso sant’Antonio di Padova sì con organi, conserti, e strumenti come senza, Padova, Giovanni Battista Conzatti, 1753

opuscolo a stampa; p. num. 3-16

3. Copia del precedente Capitolario

opuscolo a stampa; p. num. 3-16

4. Terminazione statutaria riguardante l’interna disciplina della Cappella del glorioso sant’Antonio di Padova, Venezia, figli di Antonio Pinelli, 1795

opuscolo a stampa; p. num. 3-17

5. «Musica»; «Sumario di parti, terminazioni e ducali concernenti la musica» (1673)

Reg. cart.

Allegati: all’inizio copie di delibere per la cappella musicale tratte dai libri delle parti e atti (1670 mag. 11-1791 ago. 18), cc. sciolte non num. [1-9]

6. «Processo ducali»; «1748. Libro parti» (1748 lug. 18-1753 apr. 13)

Reg. cart.

7. «Libro ducali 1749-1765» (1753 mag. 8-1765 lug. 29)

fasc. cart.

2) Suppliche di musicisti della Cappella [post 1700-1771 ott. ***]

fasc. contenente:

cc. sciolte 1-109

1.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [post 1700-ante 1750 dic. 29]

2.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro di Sant’Angelo a Venezia durante il carnevale [post 1700-ante 1750 dic. 29]

3.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare a Venezia durante il carnevale [post 1700-ante 1750 dic. 29]

4.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per cantare a teatro durante il carnevale [post 1700-ante 1750 dic. 29]

5.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare all’Opera ad Ancona [post 1700-ante 1750 dic. 29]

6.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per cantare in teatro durante il carnevale [post 1700-ante 1750 dic. 29]

7.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare a Ferrara durante il carnevale [ante 1700-ante 1750 dic. 29]

8.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro di Brescia durante il carnevale [ante 1700-ante 1750 dic. 29]

9.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, e Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro di Brescia durante il carnevale [ante 1700-ante 1750 dic. 29]

10.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare a Brescia durante il carnevale [post 1700-ante 1750 dic. 29]

11.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare a Venezia durante il carnevale [post 1700-ante 1750 dic. 29]

12.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, e Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro di Mantova durante il carnevale [post 1700-ante 1750 dic. 29]

13.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare a Pesaro durante il carnevale [post 1700-ante 1750 dic. 29]

14.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per prolungare la sua permanenza a Torino presso la corte dei Savoia [post 1700-ante 1750 dic. 29]

15.

Supplica di Cosimo Omacini, musico basso, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1701 set. 17-ante 1743 mar. 26]

16.

Supplica di Giovanni Antonio Viviani, suonatore di violetta e violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [post 1703 dic. 5-ante 1732 dic. 26]

17.

Supplica di Giuseppe Passaglioni, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per ottenere una licenza di recarsi a Montagnana per effettuare cure termali [post 1705 mar. 28-ante 1759 ott.]

18.

Supplica di Luca Pieri, suonatore di viola, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [post 1705 giu. 10-ante 1725 mag. 22]

19.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere una licenza di esibirsi altrove durante il carnevale [post 1705 giu. 10-ante 1726 lug. 1°]

20.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere una licenza di esibirsi altrove durante l’autunno e il carnevale successivo [post 1705 giu. 10-ante 1726 lug. 1°]

21.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere una licenza prolungata per affrontare un lungo viaggio e poter esibirsi durante il carnevale [post 1705 giu. 10-ante 1726 lug. 1°]

22.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per potersi esibire a teatro nei primi giorni di dicembre [post 1705 giu. 10-ante 1726 lug. 1°]

23.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica [post 1705 giu. 10-ante 1726 lug. 1°]

24.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica [post 1705 giu. 10-ante 1726 lug. 1°]

25.

Supplica di Giuseppe Percaccio, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per entrare nell’organico della Cappella musicale [1705 giu. 20]

26.

Supplica di Antonio Valeriani, suonatore di violoncello, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [post 1707 mar. 26-ante 1727 mar. 15]

27.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro di San Cassiano al servizio del nobile Francesco Tron [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

28.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per ottenere una licenza per cantare in altra sede nel mese di giugno [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

29.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per poter suonare a Ferrara durante il carnevale [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

30.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro di San Giovanni Grisostomo (Malibran) a Venezia durante il carnevale [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

31.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro dei Grimani a Venezia [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

32.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro dei Grimani a Venezia durante il carnevale [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

33.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per assentarsi dal servizio durante il carnevale [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

34.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro dei Grimani a Venezia durante il carnevale [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

35.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per assentarsi dal servizio nella Cappella durante il carnevale [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

36.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro dei Grimani a Venezia [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

37.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro dei Grimani a Venezia [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

38.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro dei Grimani a Venezia [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

39.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare a Venezia durante il carnevale [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

40.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro dei Grimani a Venezia [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

41.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro Grimani a Venezia [post 1711 mar. 21-ante 1760 nov. 29]

42.

Supplica di Giuseppe Pederzoli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per poter suonare a Verona durante una fiera [post 1712 ago. 27-ante 1767]

43.

Supplica di Giuseppe Pederzoli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per poter cantare in altre sedi durante il carnevale successivo [post 1712 ago. 27-ante 1767])

44.

Supplica di Giovanni Panciera, suonatore di viola, ai presidenti dell’Arca per ottenere il salario regolarmente [1713 dic. 20]

45.

Supplica di Girolamo Soave, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per suonare a Vicenza durante il carnevale [1713 dic. 20]

46.

Supplica di Ignazio Moschini, suonatore di tromba, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro di San Giovanni Grisostomo durante il carnevale [1713 dic. 30]

47.

Supplica di Giovanni Battista Priuli, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1715 dic. 27]

48.

Supplica di Angelo Paladini, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1715]

49.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere una licenza di partire nei primi giorni del mese (1716 dic. 20)

50.

Supplica di Giovanni Zotti, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per suonare a Vicenza durante il carnevale (1716 dic. 23)

51.

Supplica di Luca Zabile, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1716 dic. 24)

52.

Supplica di Giovanni Antonio Viviani, suonatore di violetta e violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1716 dic. 26)

53.

Supplica di Angelo Sorgato, detto Santin, suonatore di viola, ai presidenti dell’Arca affiché uno dei suoi figli, Giovanni o Domenico, sia assunto in sua vece tra i musicisti salariati (1716 dic. 30)

54.

Supplica di Antonio Valeriani, suonatore di violoncello, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1716 dic. 30)

55.

Supplica di padre Girolamo Valeriani di Antonio, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1716 dic. 30)

56.

Supplica di Giuseppe Percaccio, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per poter allontanarsi dal servizio per tutta l’estate per motivi di salute [1717 apr. 17]

57.

Lettera di Alessandro Macoppi, pubblico proto, ai presidenti dell’Arca per concedere licenza a Giuseppe Percaccio, musico soprano, di tornare nel paese natale per motivi di salute (1717 mag. 26)

58.

Supplica di Francesco Domenico Moro, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per poter essere ammesso tra i musicisti soprannumerari con cotta [1717 ago. 30]

59.

Supplica di Angelo Paladini, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1718 dic. 19)

60.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare all’opera a Vicenza (1719 feb. 1°)

61.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere un congedo di tre mesi per motivi personali, rimanendo a disposizione per le funzioni solenni e sottoposto alle pontadure nelle altre occasioni [1719 mag. 27]

62.

Supplica di Giovanni Panciera, suonatore di viola, ai presidenti dell’Arca per ottenere il salario regolarmente [1719 giu. 3]

63.

Supplica di Antonio Valeriani, suonatore di violoncello, ai presidenti dell’Arca per suonare in teatro durante il carnevale (1719 nov. 4)

64.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per poter esibirsi durante il carnevale e per scusarsi per la mancata presenza durante la celebrazione per la festività della Sacra Lingua (1719 dic. 12)

65.

Supplica di Giovanni Antonio Viviani, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1719 dic. 27)

66.

Supplica di Giovanni Battista Priuli, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1719]

67.

Supplica di Filippo Piccoli, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per essere riassunto (1720 gen. 10)

68.

Supplica di Bernardino Zotti di Giovanni, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per entrare nell’organico della Cappella musicale (1720 feb. 1°)

69.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per poter esibirsi in quindici recite per un altro committente (1720 mag. 15)

70.

Supplica di Giovanni Battista Colombi, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1720 dic. 27]

71.

Supplica di Angelo Paladini, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1720 dic. 27]

72.

Supplica di Luca Pieri, suonatore di viola, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1720]

73.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [post 1720-ante 1771 ott.]

74.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [post 1720-ante 1771 ott.]

75.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [post 1720-ante 1771 ott.]

76.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [post 1720-ante 1771 ott.]

77.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [post 1720-ante 1771 ott.]

78.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [post 1720-ante 1771 ott.]

79.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [post 1720-ante 1771 ott.]

80.

Supplica di Bernardino Zotti di Giovanni, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio [post 1721 feb. 1°-ante 1773 dic. 30]

81.

Supplica di Bernardino Zotti di Giovanni, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per poter suonare durante l’autunno e il carnevale successivo nel teatro di San Moisè a Venezia [post 1721 feb. 1°-ante 1773 dic. 30]

82.

Supplica di Bernardino Zotti di Giovanni, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [post 1721 feb. 1°-ante 1773 dic. 30]

83.

Supplica di Domenico Sorgato di Angelo, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro di Sant’Angelo a Venezia durante il carnevale [post 1721 giu. 9-ante 1758 dic. 29]

84.

Supplica di Giovanni Panciera, suonatore di viola, ai presidenti dell’Arca per poter continuare a ricevere le gratifiche economiche [1721 giu. 21]

85.

Supplica di Michiel Colbertz, «organaro», ai presidenti dell’Arca per ottenere il pagamento di tre organi commissionati e per concludere un quarto, secondo gli accordi presi [1721 ago. 14]

86.

Supplica di Giuseppe Passaglioni, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1721 nov. 7]

87.

Supplica di Giuseppe Passaglioni, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per ottenere un’elemosina e allontanarsi temporaneamente da Padova per recarsi a Siena dalla madre malata (1721 nov. 7)

88.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare a Torino (1721 nov. 29)

89.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare a Venezia (1721 nov. 30)

90.

Supplica di Girolamo Capalti, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1721 dic. 28]

91.

Supplica di Luca Pieri, suonatore di viola, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1721]

92.

Supplica di Antonio Vandini, suonatore di violoncello, ai presidenti dell’Arca per rinunciare all’incarico [1722 giu. 18]

93.

Supplica di Giuseppe Pederzoli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per poter cantare in altra sede durante l’autunno e il carnevale successivo (1722 set. 23)

94.

Supplica di Giovanni Panciera, suonatore di viola, ai presidenti dell’Arca per poter essere riammesso nell’organico della Cappella musicale (1722 nov. 23)

95.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare in alcune rappresentazioni a Venezia (1722 nov. 23)

96.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [post 1723-ante 1724 dic. 17]

97.

Supplica di Giovanni Battista Priuli, detto Romanino, suonatore di violino, per ottenere un aumento di salario per aver sostituito Giuseppe Tartini nel ruolo di primo violino [post 1723 apr. 16-ante 1765 feb. 15]

98.

Supplica di Giovanni Paolo Colbertz di Michiel, «organaro», ai presidenti dell’Arca per ottenere una elargizione per il servizio di manutenzione degli organi [1723 dic. 1°]

99.

Supplica di Francesco Domenico Moro, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per entrare nell’organico della Cappella del Santo [1723 dic. 30]

100.

Supplica di padre Girolamo Valeriani di Antonio, suonatore di violoncello, ai presidenti dell’Arca per essere ammesso come suonatore soprannumerario ed esercitarsi con il padre [1724 gen. 21]

101.

Supplica di Giuseppe Nicola Firpo, musico basso, ai presidenti dell’Arca per essere riammesso nell’organico della Cappella musicale [1724 sett. 9]

102.

Supplica di Giuseppe Pederzoli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per poter suonare a Milano durante il carnevale [1724 nov. 16]

103.

Supplica di Domenico Dall’Oglio, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per poter suonare il carnevale successivo a Venezia [post 1724 nov. 25-ante 1734 gen. 1°]

104.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario (1724 dic. 17)

105.

Supplica di Giovanni Battista Priuli, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario per aver fatto le veci del primo violino (1724 dic. 22)

106.

Supplica di Angelo Paladini, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1724 dic. 26)

107.

Supplica di Leandro Alfonsi, organista, ai presidenti dell’Arca per ricevere un adeguamento del compenso al ruolo di terzo organista (1724 dic. 27)

108.

Supplica di Filippo Piccoli, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1724 dic. 27)

109.

Supplica di Ludovico Rizzi, musico basso, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1724]

3) Suppliche di musicisti della Cappella (1725 gen. 7-[ante 1787 mar. 10])

fasc. contenente:

1.

Supplica di Giuseppe Percaccio, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per vedere accolte le sue rimostranze verso il comportamento di Francesco Antonio Callegari, maestro di Cappella (1725 gen. 7)

2.

Supplica di Giuseppe Percaccio, musico soprano, e Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca affinché sia sanzionato il comportamento di Francesco Antonio Callegari, maestro di Cappella [post 1725 gen. 7-ante 1727 apr. 5]

3.

Supplica di Piero Pieri, nipote del q. Luca, suonatore di viola, ai presidenti dell’Arca per essere assunto come sostituto dello zio [1725 mag. 23]

4.

Supplica di Angelo Bianchi, detto Gotti, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per essere ammesso come soprannumerario nella Cappella [1725 set. 6]

5.

Supplica di fra Alessio Quadrio, organista, ai presidenti dell’Arca per poter congedarsi temporaneamente dal servizio per assistere il padre [1725 set. 25]

6.

Supplica di Giovanni Battista Priuli, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per poter suonare al teatro di Sant’Angelo a Venezia durante l’autunno e il carnevale successivi [1725 dic. 1°]

7.

Supplica di Bernardino Zotti del q. Giovanni, suonatore di violino, e Domenico Moro, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario dopo la morte di Giovanni, rispettivamente padre e zio [1725 dic. 28-29]

8.

Supplica di Girolamo Soave, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere un congedo temporaneo di tre mesi per motivi di salute [1725 dic. 28-29]

9.

Supplica di Angelo Paladini, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1725]

10.

Supplica di Giuseppe Percaccio, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1725]

11.

Supplica di Antonio Callegari, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per essere riammesso nella Cappella musicale [1726 gen. 16]

12.

Supplica di Leandro Alfonsi, organista, ai presidenti dell’Arca per essere riassunto [1726 gen. 26]

13.

Supplica di Antonio Callegari, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca affinché gli sia accordata l’intera puntatura che spetta a Germano Pettinati, suonatore di violone [1726 gen. 28]

14.

Supplica di Girolamo Soave, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per trattenersi per altro tempo fuori Padova per motivi di salute (1726 apr. 29)

Allegato: certificato medico del dott. Soardo Soardi di Brescia con autenticazione dal notaio Enrico Bondiolus (1726 mar. 21)

15.

Supplica di Angelo Bianchi, detto Gotti, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per essere assunto tra gli ordinari al posto del predecessore Pietro Pieri (1726 giu. 6)

16.

Supplica di Prospero Cantoni, secondo organista, ai presidenti dell’Arca per essere riammesso in servizio (1726 giu. 6)

17.

Supplica di Gaetano Fracassini, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per potersi congedare definitivamente dal suo servizio nella Cappella del Santo (1726 lug. 1°)

18.

Supplica di Girolamo Soave, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ricevere un sussidio economico per il suo periodo di malattia (1726 ago. 12)

19.

Supplica di Pietro Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per suonare a Verona durante il mese di novembre (1726 ott. 24)

20.

Supplica di Ignazio Moschini, suonatore di tromba, ai presidenti dell’Arca per rassegnare le proprie dimissioni e trasferirsi a Venezia al servizio del doge [1726 dic. 5]

21.

Supplica di Prospero Cantoni, secondo organista, ai presidenti dell’Arca per ottenere l’intero salario come concordato dopo la rinuncia di Ignazio Moschini [1726 dic. 5]

22.

Supplica di Giuseppe Passaglioni, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1726 dic. 30)

23.

Supplica di Giovanni Battista Priuli, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per suonare a Vicenza durante il carnevale [1726 dic. 31]

24.

Supplica di padre Girolamo Valeriani di Antonio, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica [post 1727 mar. 15-ante 1739 dic. 29]

25.

Supplica di padre Girolamo Valeriani di Antonio, suonatore di violoncello, ai presidenti dell’Arca per ottenere un congedo temporaneo dal servizio durante la Quaresima [post 1727 mar. 15-ante 1739 dic. 29]

26.

Supplica di Francesco Antonio Callegari, maestro di Cappella, ai presidenti dell’Arca per rassegnare le dimissioni (1727 apr. 5)

cc. sciolte

27.

Supplica di Giuseppe Priuli detto Romanino, suonatore di violino soprannumerario, ai presidenti dell’Arca per poter portare la cotta [1727 apr. 5]

28.

Supplica di Giuseppe Priuli detto Romanino, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1727 apr. 5-1733 giu. 18]

29.

Supplica di Giuseppe Priuli, detto Romanino, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [1727 apr. 5-1733 giu. 18]

30.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro dei Grimani a Venezia [1727 mag. 10]

31.

Supplica di Pietro Antonio Veronese, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per entrare nell’organico della Cappella del Santo (1727 dic. 20)

32.

Supplica di padre Francesco Antonio Vallotti, terzo organista, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1727 dic.30)

33.

Supplica di padre Francesco Antonio Vallotti, terzo organista, ai presidenti dell’Arca per ottenere licenza di tornare a Vercelli a fare visita alla madre malata (1728 ago. 9), riscontri puntuali a c. 155v del reg. 2.27 (28)

34.

Supplica di Bernardino Zotti del q. Giovanni, suonatore di violino, e Domenico Moro, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario dopo la morte di Giovanni, rispettivamente padre e zio (1728 dic. 30)

35.

Supplica di Andrea Tassis, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere un’elemosina [post 1729 giu. 18-ante 1783]

36.

Supplica di Leandro Alfonsi, quarto organista, ai presidenti dell’Arca per poter suonare a Venezia nel successivo autunno e a carnevale (1729 ago. 17)

37.

Supplica di padre Francesco Antonio Vallotti, terzo organista, ai presidenti dell’Arca per ottenere un congedo dal servizio nel mese di novembre e inizio dicembre per andare a Roma a sostenere dei «concorsi della religione» essendo stato convocato dal ministro generale (1729 ott. 1°)

38.

Supplica di Andrea Tassis, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per poter andare a Roma durante il Carnevale (1729 nov. 26)

39.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro di San Giovanni Grisostomo a Venezia (1729 nov. 27)

40.

Supplica di Francesco Antonio Callegari, maestro di Cappella della basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari di Venezia, ai presidenti dell’Arca con cui si ricandida per il medesimo ruolo presso la Cappella musicale del Santo (1729 dic. 12)

41.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per suonare al teatro dei Grimani a Venezia (1730 gen. 20)

42.

Supplica di Giovanni Michieli, musico tenore, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [post 1730 gen. 30]

43.

Lettera di Giovanni Carlo Borromeo, presidente contraddittore, in cui contesta l’elezione a maestro di Cappella di padre Francesco Antonio Vallotti, già terzo organista, per errori procedurali (1730 feb. 22), riscontri puntuali a c. 184v del reg. 2.27 (28)

44.

Supplica di Giambattista Osti, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per entrare nell’organico della Cappella musicale come soprannumerario (1730 apr. 29)

45.

Supplica di Andrea Zotti di Giovanni, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per entrare nell’organico della Cappella musicale come soprannumerario con cotta [1730 lug. 20]

46.

Supplica di Antonio Callegari, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca per rassegnare le dimissioni [1730 nov. 27]

47.

Supplica di Prospero Cantoni, secondo organista, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica supplementare per i suoi servizi (s.d. [1730 dic. 29-30])

Allegato: «Nota sulla divisione delle funzioni accennate nella supplica» [1730]

48.

Supplica di Giuseppe Dall’Oglio, suonatore di violoncello, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica [1730 dic. 29-30]

49.

Supplica di Bernardino Zotti di Giovanni, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1730 dic. 29-30]

50.

Supplica di Andrea Tassis, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per suonare a Venezia durante il carnevale [1730 dic. 29-30]

51.

Supplica di Francesco Antonio Porciati, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per ottenere un’elemosina dopo la sua esclusione dalla reballottazione (1730 dic. 30)

52.

Supplica di Pietro Guetti, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1730]

53.

Supplica di Germano Pettenati, suonatore di violone, ai presidenti dell’Arca affinché siano rispettate le norme riguardanti il guadagno tra i due violoni in mancanza di uno di essi (1731 mar. 28)

54.

Supplica di Raffaello Signorini, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per aver licenza di andare a Venezia e rimanervi per un periodo limitato (1731 apr. 30)

55.

Supplica di Girolamo Bassani, musico basso, ai presidenti dell’Arca per ottenere il permesso di cantare durante la solennità dell’ottava di s. Antonio (1731 giu. 2)

56.

Supplica di Andrea Tassis, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per poter recarsi a Venezia (1731 lug. 30)

57.

Supplica di Bernardino Zotti di Giovanni, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1731 dic. 26]

58.

Supplica di Pietro Guetti, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1731 dic. 26]

59.

Supplica di Angelo Bianchi, detto Gotti, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1731]

60.

Supplica di Filippo Lusi, suonatore di tromba, ai presidenti dell’Arca per poter suonare a Venezia nel teatro di San Giovanni Grisostomo nel successivo autunno e a carnevale [post 1732 mar. 1°-ante 1749 dic. 29]

61.

Supplica di Filippo Lusi, suonatore di tromba, ai presidenti dell’Arca per poter suonare a Venezia nel successivo autunno e a carnevale [post 1732 mar. 1°-ante 1749 dic. 29]

62.

Supplica di Filippo Lusi, suonatore di tromba, ai presidenti dell’Arca per poter suonare a Venezia nel teatro della famiglia Grimani nel successivo autunno e a carnevale [post 1732 mar. 1°-ante 1749 dic. 29]

63.

Supplica di Filippo Lusi, suonatore di tromba, ai presidenti dell’Arca per poter suonare a Venezia durante il carnevale [post 1732 mar. 1°-ante 1749 dic. 29]

64.

Supplica di Filippo Lusi, suonatore di tromba, ai presidenti dell’Arca per potersi assentare durante le celebrazioni della festa della Sacra Lingua [post 1732 mar. 1°-ante 1739 dic. 29]

65.

Supplica di Filippo Lusi, suonatore di tromba, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [post 1732 mar. 1°-ante 1739 dic. 29]

66.

Supplica di Filippo Lusi, suonatore di tromba, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [post 1732 mar. 1°-ante 1739 dic. 29]

67.

Supplica di Giuseppe Dall’Oglio, suonatore di violoncello, ai presidenti dell’Arca per entrare nell’organico della Cappella musicale senza salario e con cotta [1732 apr. 3]

68.

Supplica di Giuseppe Sartarelli, organista, ai presidenti dell’Arca per ottenere il congedo definitivo per trasferirsi a Venezia e ricoprire la carica di maestro di Cappella nell’ospedale dei Mendicanti e di organista nella chiesa ducale di San Marco [1732] apr. 19

69.

Supplica di Antonio Cortona, primo organista, ai presidenti dell’Arca per andare a suonare a Venezia nel teatro di San Samuele [post 1732 apr. 28-ante 1735 mag. 26]

70.

Supplica di Antonio Cortona, primo organista, ai presidenti dell’Arca per andare a suonare a Verona nel successivo carnevale [post 1732 apr. 28-ante 1735 mag. 26]

71.

Supplica di Giambattista Osti, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per entrare nell’organico della Cappella musicale essendo vacante il posto del q. Giovanni Galvan [1732 mag. 17]

72.

Supplica di Andrea Tassis, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere un congedo temporaneo di un anno per suonare a Breslavia (1732 ott. 5)

73.

Supplica di padre Francesco Antonio Vallotti, maestro di Cappella, ai presidenti dell’Arca per far sostituire tutti i libri di musica a stampa ormai logori per il lungo e frequente utilizzo [1732 nov. 1°]

74.

Supplica di Angelo Bianchi, detto Gotti, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1732 [dic. 26])

75.

Supplica di Francesco Domenico Moro, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1732 dic. 26]

76.

Supplica di Giuseppe Altavilla, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [post 1733 mar. 18-ante 1785 dic. 29]

77.

Supplica di Giuseppe Altavilla, musico soprano, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario, «avendo al presente soli centocinquanta ducati» [post 1733 mar. 18-ante 1785 dic. 29]

78.

Supplica di Nadal Friso, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per potersi congedare definitivamente dal suo servizio nella Cappella del Santo per motivi di età (1733 mag. 30)

79.

Supplica di Andrea Tassis, musico contralto, ai presidenti dell’Arca affinché sia riconfermata la licenza di congedarsi temporaneamente per un anno per suonare a Breslavia (1733 mag. 30)

80.

Supplica di Giovanni Battista Priuli, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario per aver fatto le veci del primo violino (1733 giu. 4)

81.

Supplica di Francesco Domenico Moro, suonatore di violetta, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1733 giu.14)

82.

Supplica di Giacomo Sorgato di Angelo, detto Lautin, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1733 giu. 18)

83.

Supplica di Giuseppe Priuli detto Romanino, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un’elemosina [post 1733 giu. 18]

84.

Supplica di Giuseppe Priuli detto Romanino, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [post 1733 giu. 18-ante 1781 ago. 18])

85.

Supplica di Giuseppe Priuli detto Romanino, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica [post 1733 giu. 18-ante 1781 ago. 18]

86.

Supplica di Giuseppe Tini, musico basso, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario (1733 dic. 26)

87.

Supplica di Raffaello Signorini, musico soprano, ai presidenti dell’Ar-ca per non essere soggetto alle pontadure e per aver possibilità di suonare per altri committenti (1733 dic. 28)

88.

Supplica di Pietro Guetti, musico contralto, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1733 dic. 28]

89.

Supplica di Giuseppe Priuli, detto Romanino, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [1733 dic. 28]

90.

Supplica di Giuseppe Priuli detto Romanino, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1733 dic. 28]

91.

Supplica di padre Girolamo Valeriani di Antonio, suonatore di violoncello, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1733 dic. 28]

92.

Supplica di Domenico Dall’Oglio, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere una licenza di trasferimento temporaneo per due anni a Mosca (1734 gen. 1°)

93.

Supplica di Antonio Loredan, provveditore generale in Terraferma, ai presidenti dell’Arca affinché Filippo Lusi, suonatore di tromba, possa prestare servizio presso di lui (1734 gen. 27)

94.

Supplica di Giovanni Antonio Viviani, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento del contributo assegnatogli a titolo di carità dopo aver perso la vista ed essere stato esautorato dal servizio [1734 giu. 19]

95.

Supplica di Prospero Cantoni, secondo organista, ai presidenti dell’Arca per ottenere una gratifica economica [1734 dic. 29]

96.

Supplica di Luca Zabile, suonatore violino, ai presidenti dell’Arca per ottenere un aumento di salario [1734 dic. 29]

97.

Lettera di Filippo Lusi, suonatore di tromba, al guardiano del Santo con cui chiede di servire Antonio Loredan, provveditore generale in Terraferma, come già aveva fatto per il suo predecessore Carlo Pisani (1735 gen. 28), riscontri puntuali a cc. 83r-83v del reg. 2.28 (29)

98.

Supplica di Andrea Zotti di Giovanni, suonatore di violino, ai presidenti dell’Arca per ricevere una gratifica economica per il suo servizio da soprannumerario [1735 dic. 28]

99.

Supplica di Antonio Cortona, primo organista, ai presidenti dell’Arca per poter essere riammesso in servizio dopo il suo licenziamento [1736 gen. 3]

100.

Supplica di Biagio Basson, organista della chiesa di Santa Maria del Carmine di Padova, ai presidenti dell’Arca per essere raccomandato all’elezione come primo organista della Cappella musicale del Santo [post 1736 gen. 30-ante 1736 mag. 19]

101.

Supplica di Antonio Cortona, primo organista, ai presidenti dell’Arca per poter licenziarsi e prestare servizio a Verona (1736 mar. 23)

102.

Supplica di Bohuslav Czernohorsky, terzo organista, ai presidenti dell’Arca per poter ricoprire l’incarico di primo organista (1736 mag. 6)

103.

Supplica di Franco Pettenello, organista, ai presidenti dell’Arca per essere candidato alla carica di primo organista [1736 mag. 12]

104.

Supplica di Franco Pettenello, organista, ai presidenti dell’Arca per essere candidato alla carica di quarto organista (1736 mag. 16)

105.

Supplica di Domenico Locatelli, organista, ai presidenti dell’Arca per ottenere il saldo del salario per l’anno precedente [post 1736 mag. 19-ante 1787 mar. 10])

106.

Supplica di Leandro Alfonsi, organista, ai presidenti dell’Arca per ricevere il compenso per la carica di terzo organista [1736 giu. 2]

Credits

L’inventario in formato digitale è stato curato da Giorgetta Bonfiglio-Dosio, sulla scorta dell’edizione a stampa: Giorgetta Bonfiglio-Dosio, Giulia Foladore, Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio. Inventario, Padova, Centro studi antoniani, 2017, voll. 3 (Varia, 60)

Orari di apertura

INFORMIAMO CHE A SEGUITO DELL’EMERGENZA CORONAVIRUS L’ARCHIVIO RESTERA’ CHIUSO AL PUBBLICO FINO A NUOVA DISPOSIZIONE.

L’Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio è aperto solo su appuntamento con i seguenti orari:

Mercoledì ore 8:45-12:30 e 14:30-18:00
Giovedì ore 8:45-12:30

Per concordare una visita si prega di contattare la referente tramite l’apposito modulo
o direttamente tramite l’e-mail a:
archivio.arcadisantantonio@gmail.com