Chiudi
 Serie 21

Contabilita analitica 03


21.3 (964)

1584 gen. 2-1665 set. 7

Contabilità analitica

cassetta di cartone moderna contenente 3 fascicoli

1) Polizze del denaro riscosso dal fattore di città (1584 gen. 2-1599 dic. 21)

fasc. contenente 13 sottofascicoli

1.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1584 (1584 gen. 2-1584 dic. 24)

2.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1587 (1586 gen. 1°-1586 dic. 30)

3.

Polizze del denaro riscosso dal fattore di città per l’anno 1589 (1589 apr. 15-1589 ott. 8)

4.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1590 (1590 gen. 3-1590 dic. 31)

5.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1591 (1591 gen. 3-1591 dic. 31)

6.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1592 (1592 gen. 4-1592 dic. 30)

7.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1593 (1593 apr. 8-1593 dic. 28)

8.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1594 (1594 gen. 3-1594 dic. 31)

9.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1595 (1595 gen. 3-1595 dic. 29)

10.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1596 (1596 gen. 22-1596 dic. 31)

11.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1597 (1597 gen. 3-1597 ott. 27)

12.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città, per l’anno 1598 (1598 gen. 1°-1598 dic. 31)

13.

Polizze del denaro riscosso da Prosdocimo Fanton, fattore di città per l’anno 1599 (1599 gen. 8-1599 dic. 21)

2) Documenti relativi alla fabbrica (1600 mag. 26-1645 dic. 30)

fasc. contenente 118 unità

1.

«Spesa nel ristaurar li 4 camere patronali» (1600 mag. 26)

2.

Elenco dei materiali da costruzione necessari per i lavori in Anguillara (1600 lug. 16-1600 lug. 21)

3.

Elenco di pagamenti effettuati dai massari cassieri dal 1575 al 1600 [post 1600]

4.

Spese per la fornitura di cere, torce e candelotti (1601 gen. 1°-1601 dic. 31)

5.

Somme date in contanti a Pasqualino, muratore (1601 apr. 3)

6.

«1601 a dì 6 aprile. Roba fatta per la fabricha de la Veneranda Arca del glorioso sant’Antonio di Padova sul Pizon» (1601 apr. 6)

7.

Polizza di Gianmaria Moldi, fabbro (1601 lug. 19)

8.

«Denari ricevuti dalla Veneranda Archa di sant’Antonio per spender in scrittura» per l’esecuzione delle ultime volontà di Francesco Ruggeri (1601 ago. 26)

9.

«Nota della spesa di cera fatta l’anno 1603» (1603 gen. 1°)

10.

«Nota dell’entrada delle cere dell’anno 1603» (1603 gen. 8)

11.

Polizza di Gianmaria Moldi, fabbro (1603 apr. 29)

12.

Promemoria per adempimenti amministrativi e contabili da farsi in Anguillara (1603 set. 7)

13.

Elenco di livellari subentrati ad altri (1603)

14.

«Entrada di cera dell’anno 1604» (1604 gen. 4)

15.

«Despensa di cera fatta l’anno 1604» (1604 gen. 5)

16.

Ricevuta di Alvise Bertipaglia (1604 mag. 2)

17.

«A dì 20 ottobre 1604. Scritto con Martin di Grassi mercante da legname per li pennelli [al Pizzon]» in duplice copia (1604 ott. 20)

18.

«Prezzo e peso della campana piccola»: polizza (1604)

19.

«Nota dell’entrada di cera dell’anno 1605» (1605 gen. 6)

20.

«Nota della dispensa di cere dell’anno 1605» (1605 gen. 11)

21.

«Notitie diverse»: registrazioni contabili preparatorie riscontrate (1605 gen. 26-1649 lug. 5)

fasc. cart.

22.

Conteggi relativi a obblighi di Nicolò Contarini, del q. Alessandro, nei confronti dell’Arca (1605 gen. 30)

23.

Ricevuta di Feliciano Lanza, musico (1605 ago. 9)

24.

«1606. Notta della entrada della cera» (1606 gen. 9)

25.

«1606. Notta delle cere dispensatte l’anno suddetto» (1606 gen. 9)

26.

«Estratto de’ debitori della Veneranda Arca per tutto l’anno 1606» (1606 apr. 9)

27.

«Polizza de stima fatta per me Domenicho da Bassano muraro» sui lavori eseguiti da Francesco da Conselve (1606 ott. 12)

28.

«Copia tratta dal zornal del consiglio del Piove di Sacco esistente nell’ufficio dell’Acque» (1606 nov. 3)

sigillo di cera impresso

29.

«Nota del conto dell’officio dall’Acque in Venetia del primo et secondo campadego del Po» (1606)

30.

«1607, 9 aprile. Saldo al magnifico Leoni [Mario da Lion]» (1607 apr. 9)

31.

«Debitori della Veneranda Arca per tutto l’anno 1607» (1607)

32.

Ricevuta del campatico della Fossa Moncelesana (1608 set. 29)

33.

Ricevuta di Feliciano Lanza, musico (1609 nov. 12)

34.

«1610. Accordo col maistro Francesco Pasini per li penelli dell’Adice» (1610 mar. 10)

35.

«Polizza» di Nicolò Moscardo che si offre come affittuario per la porzione di terreno dietro la sua casa (1610 apr. 16)

36.

«Consegna di scritture 1610»: elenco (1610 ago. 17)

37.

«1610. Accordo col marangone [Francesco Sussan] per li penelli [al Pizzon]» (1610 nov. 22)

38.

«Nodula de’ spesa per litte contro [Pietro] Porcellini» (1611 mag. 27-1612 feb. 17)

39.

«1611. Accordo» con Francesco Sussan, marangon, per realizzare i pennelli al Pizzon (1611 nov. 7)

40.

«1612. Fede del [Zorzi] Marsilio [vice cancelliere della magnifica Comunità di Padova]» circa la presenza di membri delle famiglie Biasi e Falaguasta tra i deputati ad Utilia condotta sui registri del Consiglio (1612 dic. 31)

41.

«Fatture e spese di muraro [Lunardo Bertipaglia]»: polizza (1613)

42.

«Indolenza per danni in Anguillara. Lettera»: di Berto Berti a Girolamo Curzola, fattore di campagna, per citazione (1615 feb. 25)

Allegati:

1. Appunto con elenco di nomi su c. di recupero datata 1611 feb. 13

43.

Ricevuta di Zuan Maria Rubin (1615 giu. 26)

44.

«Nota de’ saldi di diversi cassieri della Veneranda Arca del Santo» dal 1585 feb. 29 al 1616 gen. 25 [post 1616 gen. 25]

45.

«Pollizza de denari cavatti de lemosine» di mano del fattore di città (1617 giu. 19-1617 dic. 21)

46.

«Conto di debito de’ pressidenti di Val Urbana con l’Arca» (1617-1649)

47.

«Conto di quanto vanno debitori gli illustrissimi signori pressidenti del Retratto di Vescovana et Vale Urbana alla Veneranda Arca del glorioso sant’Antonio di Padova per l’annuo livello de’ ducati ottocento pagano alla detta Veneranda Arca come qui è detto, tratto dalli quaderni della Veneranda Arca per me Giovanni Battista Bonato, procuratore della medesima Veneranda Arca» in triplice copia (1618 mag. 12-1647 apr. 6)

48.

«Poliza di me Zuane Rosan muraro» (1618 ago. 18)

49.

Conti relativi all’eredità di Zuanne Villani (1618 set. 26-1630 lug. 5)

50.

«Conto d’argenti per orefice» (1620 gen. 29)

51.

«Copia della partida del pagamento fatto per il campadego del agiunto del Gorzon» (1620 nov. 5)

52.

Estratto di spese dai mastri 1620-1624

53.

Appunto circa il deposito di Ferrante Ferrante (1622 mag. 22)

54.

Elenco di affittuali con relativi canoni (1623 set. 19-1627 giu. 29)

55.

Ricevuta di Giovanni Battista da Velletri per suo salario (1623 ott. 10)

56.

«Conto de’ presi e scossi» (1623 nov. 26)

57.

«1626 a dì zobia 16 aprile. Polizza di me Baldassarre Fagian muraro» (1626 apr. 4 [ricevuta il 1626 apr. 16])

tracce di sigillo di cera aderente

58.

«1626 a dì zobia 16 aprile. Polizza di me Zuane Rossan e Gasparo Rigagia [murari]» (1625 ago. 17. [ricevuta il 1626 apr. 16])

59.

«Polizza scritta dal protto in proposito della fabrica nova accettata per maistro Zuane Rossan e maistro Gasparo Rigagia» (s.d. [ricevuta il 1626 mag. 6])

60.

«1626 a dì marti 26 mazo. Polizza de mancamenti delli murari [Gasparo Rigoni e Zuane Voltan] presentata per l’illustrissimo signor cassiero [Bonifacio Papafava] e letta in congregatione» (s.d. [ricevuta il 1626 mag. 26)

61.

Estratto conto di Angelo Frassetto, livellario di campi 3 alle Ca’ matte (1627 lug. 31)

62.

«Tratta dalle polizze dell’estimo concluso l’anno 1627» relativo ad alcuni livelli (1627 ***-1684 ott. 31)

63.

«1630 a dì 6 maggio, n° 5. Polizza di messeri Zuanne e Lorenzo [fratelli] murari» (1630 mag. 6)

64.

«Conto dil speso per me Zuan Battista Baroni affituale del Pizon» (1630 mag. 13)

65.

«1632. Polisa di spese diverse fatte per le boarie del Pison fatte da li 14 novembre 1631 fin alli 30 ottobre 1632, fatte da me Michele Curzola fattore [di città]» (1631 nov. 14-1633 dic. 23)

fasc. cart. cucito

66.

«Anguilara, 1631. Denari cavati in vila di Anguilara come qui sotto apare da me Michiele Curzolla, fattore» (1631 lug. 28-1631 dic. 4 [ricevuta il 1631 dic. 24])

67.

Polizza del falegname «per far uno armaro per li libri» (1632 gen. 14)

68.

«Conto della campana grande che è pagato 1632» (1632)

69.

Polizze del denaro riscosso a vario titolo da Michele Curzola, fattore di città (1633 mar. 30-1633 dic. 1°)

70.

«1633 a dì 17 zugno. Polizza de domino Giacinto Burlini indorador» (1633 giu. 17)

71.

«Conto del Pizon 1633» (1633 set. 6)

72.

«1634 a dì ultimo decembre a nativitae. Polizza de magistro Paulo marangone de sue mercedi» (1633 dic. 24 [ricevuta il 1633 dic. 31])

73.

«1634 a dì sabbato 18 febbraro. Polizza de magistro Baldissera et Antonio fratelli Rizzardi faveri» (1634 feb. 18)

tracce di sigillo di cera aderente

74.

«1634 a dì sabbato 18 febbraro. Polizza de magistro Steffano di Bassi [favero] a [Sant’]Urbano» (1634 feb. 18)

tracce di sigillo di cera aderente

75.

Consegna di cere a Dario Moneghina fattore di città (1634 apr. 26)

76.

«Conto delli arzenti fatto 1634, 9 zugno» (1634 giu. 9)

77.

«1634 a dì 9 zugno. Fu per il molto reverendo padre Filippo Cerva in loco del molto reverendo padre maestro Michelangelo Manieri guardiano et per il molto illustrissimo signor Scipio Soncino cassiero, fatto misurar la robba infrascritta essistente nel granaro di ragion della Veneranda Arca» (1634 giu. 9)

78.

«Formula di ricevere per riscossione de’ Gorzonanti» (s.d. [1634-1654])

79.

Lettera con cui Dario Moneghina, fattore di città, manda il figlio a ricevere i mandati dell’Arca, essendo costretto a letto per la febbre (s.d. [1634-1654])

80.

«Polizze 1634» (1634)

camicia vuota

81.

«Poliza de Zuane Bertolo muraro» (1635 apr. 24)

82.

«Spese bonifficate per me Giacomo Cassicci alla Veneranda Arca»: spese processuali (1635 apr. 24)

83.

«Poliza di Alvise Miron muraro» [ricevuta il 1635 apr. 24]

tracce di sigillo di cera aderente

84.

Polizza di Giovanni da Bassano «muraro» (1635 apr. 28)

85.

Spese processuali (1635 giu. 5)

86.

«Padua. Pro Veneranda Archa divi Antonii confessoris Padue cum ser Dominico Pellegrini» (1635 giu. 5)

87.

«Conto del fattore della Veneranda Arca [Dario Moneghina]»: verbale di verifica contabile (1635 giu. 18 [ricevuto il 1635 giu. 19])

88.

«1635 a dì 16 luglio. Polizza del piombista e marangon [Alvise Torbin] letta in congregatione» [ricevuta il 1635 lug. 16]

89.

«Polissa di me Mario Brugnolo muraro» [ricevuta il 1635 lug. 16]

sigillo di cera impresso

90.

«Conti del campanaro» per manutenzione campane (1635 dic. 20)

91.

«Opere fatte al Pizzon» [ricevuta il 1635 dic. 20]

92.

Estratto conto di Francesco Paganello (1635)

93.

«1636 a dì 11 febraro. Polizza de misser Agnolo Tessari offerse ducati 950 [per afitto le possessioni della Veneranda Arca nominate il Pizon]» (1636 feb. 11)

tracce di sigillo di cera aderente

94.

Fede di Alvise Scola, perito dei Provveditori sopra i beni inculti, circa i campi 12 in Granze di Vescovana, lasciati in eredità da Antonio Manzoni all’Arca (1636 mar. 8)

95.

«1636 a dì venere 20 zugno. Conto de Dario Moneghina fattore [di città] tutto fatto dalli signori calculatori, letto et approbato nella Veneranda Congregatione» (1636 giu. 20)

96.

Spese processuali (1637 gen. 17)

97.

Spese per incartamenti (1637 feb. 15-1638 lug. 14)

98.

«1637 a dì venere 19 zugno. Conti de domino Dario Moneghina fattore [di città] tutto dalli signori calculatori, letti et approbati nella Veneranda Congregatione» (1637 giu. 19)

99.

«1637 a dì 26 luglio. Debiti esistenti al presente sopra l’heredità Conti con la nota di quanto ogni anno si paga» (1637 lug. 26)

100.

«1638 a dì marti primo zugno. Conti de ser Dario Moneghina fattore [di città] fatto dalli signori calculatori letti et approbati nella veneranda Congregatione» (1638 giu. 1°)

101.

«Obligatione del debitore [Zuanne] Baratta» (1639 apr. 23)

102.

Polizza di Angelo Tessari, conduttore al Pizzon, per lavori eseguiti agli argini (1640 apr. 30)

103.

Lettera di Francesco Manzoni, quaderniere, ad Antonio Zaniolo, suo zio e cancelliere dell’Arca, perché rilasci i mandati di pagamento al custode e al campanaro (1640 mag. 1°)

104.

Polizza di Angelo Tessari, conduttore al Pizzon, per la costruzione di argini e pennelli (1640 mag. 11)

105.

Conteggi (1640-1674)

106.

«Poliza per la spesa per far cavar il canal per occasion de li molini del Maggio»: stima della spesa per la realizzazione della presa (1641 dic. 17)

107.

«Poliza di fra Felice da Santa Croce per far l’apparato» (1642 mag. 16)

108.

«Relatione di Anguillara» sopra lavori di arginatura all’osteria (1642 giu. 20)

109.

«Polizza di formento» scosso e dispensato da Dario Moneghina, fattore di città (1642 lug. 31-1642 ott. 12)

110.

Promemoria circa i livelli scossi dal 1641 al 1643 (1643 giu. 8)

111.

Elenco di prelievi dal 1634 al 1641 (1643 giu. 8)

112.

Promemoria circa monete di cassa e conteggi (1643)

113.

«1644 4 marzo. Pollizza presentata per mano del molto illustrissimo signor Checo Lioni cassiero dell’anno passato che decchiara il calo delle monete» (1644 mar. 4)

114.

«Polizza di formento» scosso e dispensato da Dario Moneghina, fattore di città (1644 ago. 29)

115.

«Polizza di formento» scosso e dispensato da Dario Moneghina, fattore di città (1645 ago. 15-1645 ott. 10)

116.

Polizza di Giovanni Barison per le fabbriche in Anguillara (1645 set. 21)

117.

«Conto della Veneranda Scola del Santo» (1645 nov. 1°-1697 mag. 15)

fasc. cart.

118.

«Rebalotatione de’ musici e salariati, 1645» (1645 dic. 30)

3) Documenti relativi alla fabbrica (1648 apr. 3-1665 set. 7)

fasc. contenente 72 unità

1.

Estratto conto di Dario Moneghina, fattore di città, per il periodo dal 1647 ago. 1° al 1647 ott. 4 (1648 apr. 3)

2.

«Conto dell’illustrissimo ser Paulo [Santi] fatto da esso illustrissimo e datomi da incontrare con li libri dell’Arca» (1648 giu. 24-1659 dic. 28)

3.

«Polizza di spesa fatta per me Giovanni Battista Bonato procurator della Veneranda Arca per le cause infrascritte et tempo infrascritti» (1650 feb. 9-1651 apr. 19)

4.

«Formento» scosso e dispensato da Dario Moneghina, fattore di città (1650 lug. 11-1651 giu. 3)

5.

«1650, 19 agosto. Polizza de’ spesi da me Domenego Piva marangon letta in congregatione e rimessa ad altra redductione» (1650 ago. 19)

6.

«Pollizza di me Antonio Minorello de la fatura de muraro che va fatta a reportar il deposito che è nel pilastro verso la capela del Santo» (1651 nov. 12)

7.

«Pollizza a far il volto che compagna quello appresso a la capella di San Fellice nel Santto» (1652 gen. 26)

8.

«Riceveri del [Zuan Francesco] Battaro» (1652 feb. 22)

9.

«Spese fatte da me fra Pietro Tacco col padre fra Lodovico Baldi sacerdote e fra Lodovico Fermini laico per andar da Padova in Madrid d’ordine della Veneranda Congregatione» (s.d. [post 1652 mar. 13])

10.

«1652 [22] aprile. Ricevere del padre fra Gioseffo Toffardini da Argenta» come rimborso spese di un viaggio in Germania per conto dell’Arca (1652 apr. 22)

11.

Ricevuta di Dario Moneghina, fattore di città per denari prelevati dal Monte di Pietà di Padova (1652 mag. 2)

12.

«Copia tratta da un libro di riceveri della Veneranda Arca di sant’Antonio» (1652 mag. 29-1653 nov. 29)

13.

«Credito mio»: estratto conto del fattore di città (1653 gen. 4)

14.

«Poliza di me Zuane Marzoletto fabro» (1653 mar. 15)

15.

«Poliza di me Angelo Muneghina di roba datta per beneficio della fabricha delle cantorie» (1653 lug. 9)

16.

«Receveri delli ducati cento dell’eccellentissimo Benetto Salvadego scossi dalli eredi Rosini» (1653 nov. 8)

numerosi strappi lungo il marg. sup.

17.

Appunti contabili minuti e conteggi (1653-1744)

18.

«1396, 15 setembre. Inventario di tutti i libri del convento usque a c. 20. 1396, 19 setembre. Simile di tutti li calici, argenti, reliquie e paramenti dalla c. 23 usque a c. 48» (1653-1744)

Segnalibro di piccole dimensioni

19.

«3 marzo 1654. Instrumento di vendita delle botteghe»: regesto di documento non reperito (1654 mar. 3)

20.

«Ordine per mandato» (1654 mag. 29)

21.

«Polizza presenta’ per mi Mattio Barison per far la chasa e tezza drio il casale» in Anguillara (1654 set. 21)

22.

«Poliza di me Michele e Zuane Ratti murari» (1654 ott. 29)

23.

Elezione di Giovanni Battista Scarella a nuovo fattore di città, dopo la morte di Dario Moneghina, e nomina della lavandaia (1654-1748)

24.

Ricevuta per il pagamento di un livello (1655 dic. 7)

25.

Ricevuta per il pagamento di un livello (1655 dic. 17)

26.

«Nota delle chiodarie che fanno bisogno per li pennelli dell’Adice. 19 febraro 1656» (1656 feb. 19)

27.

«Polizza fatta da me misstro Zuanne Camozza» per lavori al Pizzon (1656 giu. 17)

28.

«Polizza di me Zuanne Camozza de le fabriche dal Pizon» (1656 ago. 7)

29.

«Polizza di Menego Podestaria [et Matio Barison, marangoni] per le fature del Pizon, 1657» (1657 apr. 3)

30.

Polizza di Paolo Frezzato (1657 apr. 19)

31.

«Polizza di Domenego Sandalo per far le fature in Anguillara delli cavamenti delli arzeri, 1657» (1657 apr. 20)

32.

«Comparsa del signor Giovanni Locadello per beni di Noale» (1657 giu. 14)

33.

Ricevuta di Angelo da Sala, fattore di città, per denari avuti da Giovanni de Lazara per un banco di famiglia nuovo nella basilica del Santo (1657 lug. 3)

34.

Polizza di Andrea Menegazzi, orefice (1658 mar. 25)

35.

«Fede per messe celebrate [all’altare di sant’Antonio]» (s.d. [post 1658 nov. 6])

36.

«18 dicembre 1658. Ricevuta del signor Zuane Pellegrin Zanola per l’affittanza ricevuta dall’Arca de’ beni in Anguillara» (1658 dic. 18)

37.

«Conto legnami»: spese per la fornitura di legname (1659 mag. 9-1660 apr. 8)

38.

Polizza «per li concieri e fatture di case in Anguillara» (1659 mag. 14)

39.

«Polizza di me Bortolo Righetti muraro» (1659 giu. ***)

40.

«1659 zugno. Polizza di maistro Zan Maria Pegoraro e Alvise Zordan marangoni per la fabrica d’Anguillara» (1659 giu. 3)

41.

«A dì 3 giugno 1659. Polizza di Zuane Ratti muraro per la fabrica d’Anguillara» (1659 giu. 3)

42.

«3 zugno 1659. Polizza di Bortolo Righetti muraro per la fabrica d’Anguillara» (1659 giu. 3)

43.

«Liquidatione di pretentione del [Zanmaria] Pavan et [Benetto] Boscaratto» (1659 ago. 29-1663 ott. 25)

44.

Ricevuta di Carlo Solari, stimatore d’oro (1660 giu. ***)

45.

«Livelli di Carlo Trombetta in Anguillara, di Anzolo Bertin et Domenico Pasquato» (1661 set. 4-1670 set. 5)

46.

Polizza di Carlo Baroni (1661 set. 23)

47.

«Scritto della fornace» per la costruzione di una fornace «con otto boche per far delle piere, coppi, calcina e tavelle» (1661 ott. 11)

48.

Ricevuta della Camera fiscale di Padova per copie di incartamenti processuali (1661 nov. 16)

49.

«Pollizza della presa di sotto dal ponte di ase qual al presente tiene a fitto Loise Ghobbato»: offerta (1661 dic. 21)

50.

Estratto conto in duplice copia di Arcoano e fratelli Buzzacarini, del q. Aleduse (1661 dic. 31-1690 gen. 18)

51.

Relazione sulla realizzazione della fornace a otto bocche [1661]

52.

Polizza di Giovanni Maria Donato [1661-1692]

53.

«Polizza di me Domenico Piva marangone per li penelli d’Anguillara» (1662 mar. 10)

54.

«Notta delle giornatte datte da me Antonio Minnorello perito publicho per la Veneranda Archa del glorioso sant’Antonio di Padova in villa di Anguillara nelle operationi infra scritte et altre operationi qui in Padova» (1662 mag. 30)

55.

«Stima fatta da me Antonio Minorello peritto pubblicho a instanza della Veneranda Archa della infrascritta teza fatta da Zanmaria Pavan» al Traversagno (1662 set. 18)

56.

Stima di Giustiniano Bonon e Antonio Minorello, pubblici periti, di «alchune banchette d’arzere» (1663 apr. 17)

57.

«Polliza di me Dominicho Zucchato muraro da Este»: offerta (1663 apr. 24)

58.

«Polizza di magistro Lionello Mancino marangon» per la costruzione di una casa in Anguillara: offerta (1663 apr. 25)

59.

«Polizza di me Gierolamo Ferrari [da Monselice] marangon per la fabrica in Anguillara»: offerta (1663 apr. 25)

sigillo di cera impresso

60.

«Pollica di me Michele [Busatto] muraro»: offerta (1663 apr. 25)

61.

«Poliza fatta da me Antonio Savoldo muraro da Monchelese»: offerta (1663 apr. 26)

62.

«Pollica de messero Paulo Bollogia marangon da Moncellese»: offerta (1663 apr. 26)

63.

«Polisa di me Marchioro Zoncapie muraro da Monselese»: offerta (1663 apr. 26)

64.

«Pollisa de maistro Camillo Zoncapie muraro da Monsellese»: offerta (1663 apr. 29)

65.

1663 ago. 7-1691 ott. ***

Registro dei conti di Alberto Boscaratto per l’affittanze di alcuni campi siti in Anguillara

fattore di città: Giovanni Battista Scarella (attribuzione su base grafica)

Reg. cart.

Inserti:

1. all’inizio appunti contabili per la riscossione delle affittanze di Nadalino Tabachin (1688-1692): cc. sciolte

66.

Conto di decima e campatico che deve pagare Giovanni Casicci [post 1663]

67.

«Polica di me Zuane Barison» marangone da Tribano: offerta (1664 apr. 22)

68.

«Poliza di Domenico Piva marangon»: offerta (1664 apr. 25)

tracce di sigillo di cera aderente

69.

Offerta per i lavori per la costruzione di una casa alle Rotte [post 1664])

70.

Ricevuta di Giovanni Battista Scarella, fattore di città (1665 feb. 6)

71.

Ricevuta di Paolo Veronese (1665 lug. 28)

72.

«Peritia [di Antonio Minorello pubblico perito] del terreno misurato alla torre [in Anguillara] occupato dalla fabbrica» (1665 set. 7)

Credits

L’inventario in formato digitale è stato curato da Giorgetta Bonfiglio-Dosio, sulla scorta dell’edizione a stampa: Giorgetta Bonfiglio-Dosio, Giulia Foladore, Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio. Inventario, Padova, Centro studi antoniani, 2017, voll. 3 (Varia, 60)

Orari di apertura

L’Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio è aperto nel rispetto del protocollo di sicurezza ANTICOVID19 (mascherina chirurgica e distanza minima di metri 1,5 dal personale), e solo su appuntamento con i seguenti orari:

Martedì      ore 9:00-12:30
Mercoledì  ore 9:00-12:30
e ore 14:00-15:30
Giovedì       ore 9:00-12:30

Per concordare una visita si prega di utilizzare l’apposito modulo o scrivere un’e-mail a:
archivio.arcadisantantonio@gmail.com