Chiudi
 Serie 07

Reliquie e indulgenze 01


RELIQUIE E INDULGENZE

Secc. XV-XIX

Unità archivistiche: b. 1

La serie è costituita da una busta contenente atti di autorità ecclesiastiche, su supporto membranaceo e cartaceo, relative all’autenticazione di reliquie, alla concessione di indulgenze ai pellegrini che visitano la basilica del Santo, al funzionamento della vita conventuale e ai servizi di culto. Data l’importanza di tali documenti per la vita del convento e per la devozione antoniana, essi sono stati oggetto di particolari attenzioni da parte dei conservatori. Nel verso si trova quasi sempre un regesto di mano del sec. XVIII.

Le singole unità documentarie sono state disposte in ordine cronologico e descritte analiticamente. Inoltre per motivi di tutela e di conservazione, oltre che per agevolare l’accesso agli studiosi, è stata eseguita la riproduzione digitale di quelli su supporto membranaceo.

Inventario a stampa, p. 231-240.

7.1 (319)

secc. XV-XIX

Atti di pubbliche autorità ecclesiastiche in merito alle reliquie e alle indulgenze

b. contenente:

1. Litterae solemnes di Sisto IV: il papa concede l’indulgenza plenaria in forma di giubileo ai fedeli per la festa di sant’Antonio e la facoltà al provinciale di scegliere 12 penitenzieri con il potere di assolvere anche dai peccati normalmente riservati alla Santa Sede (1471 mar. 12, Roma, San Pietro)

Membr.; plica e buchi per sigillo pendente deperdito presumibilmente di piombo; originale

2. Litterae apostolicae di Sisto IV al guardiano del convento del Santo: il papa concede al guardiano del convento del Santo di scegliere i sacerdoti secolari o regolari per la distribuzione dell’eucarestia il giorno della festa di sant’Antonio (1475 dic. 12, Roma, San Pietro)

Membr.; evidenti tracce di rifilature nella parte superiore ed inferiore; originale

3. Litterae apostolicae di Sisto IV all’Arca: il papa impartisce istruzioni circa la registrazione puntuale delle elemosine donate dai fedeli e la loro gestione da parte dell’Arca (1479 set. 20, Roma, San Pietro)

Membr.; plica e buchi per sigillo pendente deperdito presumibilmente di piombo; originale

4. Breve di Sisto IV ai frati e al convento del Santo: il papa accoglie la supplica dei frati del Santo e annulla le precedenti disposizioni di negazione delle indulgenze, riprestinandole (1480 mag. 29, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; inserito in una nuova camicia; originale

5. Breve di Sisto IV al guardiano e ai frati del convento del Santo: il papa conferma al guardiano e ai frati del convento del Santo le indulgenze, tranne la facoltà di assolvere da tutti i peccati ad eccezione di quelli contenuti nella bolla “In die Coenae”, nonostante la revoca delle indulgenze «ob Rhodianas» decisa presso la Santa Sede (1481 apr. 14, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; inserito in una nuova camicia; originale

6. Breve di Innocenzo VIII al guardiano, ai frati del convento del Santo e ai presidenti dell’Arca: il papa esonera il guardiano, i frati del convento del Santo e i presidenti dell’Arca dalla sospensione dell’indulgenza plenaria decisa per tutto il territorio veneto (1489 ago. 7, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; inserito in una nuova camicia; originale

7. Breve di Alessandro VI: il papa conferma le indulgenze plenarie al Santo, già concesse dal suo predecessore Sisto IV, per i successivi tre anni (1493 apr. 7, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; inserito in una nuova camicia; originale

8. Breve di Alessandro VI: il papa conferma l’indulgenza plenaria ai fedeli per la prossima festa di sant’Antonio, revocando la sospensione del suo predecessore Sisto IV (1496 mar. 29, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; inserito in una nuova camicia; originale

9. Breve di Alessandro VI: il papa conferma l’indulgenza plenaria ai fedeli per la prossima festa di sant’Antonio, revocando la sospensione del suo predecessore Sisto IV (1497 apr. 5, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; inserito in una nuova camicia; originale

10. Breve di Alessandro VI: il papa conferma l’indulgenza plenaria ai fedeli per la prossima festa di sant’Antonio, revocando le sospensioni dei suoi predecessori Sisto IV ed Innocenzo VIII (1498 mag. 21, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; inserito in una nuova camicia; originale

11. Breve di Alessandro VI: il papa conferma l’indulgenza plenaria ai fedeli per la prossima festa di sant’Antonio, revocando le sospensioni dei suoi predecessori Sisto IV ed Innocenzo VIII (1501 mag. 20, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; inserito in una nuova camicia; originale

12. Litterae solemnes di Giulio II: il papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli per la festa di sant’Antonio, confermando le decisioni dei suoi predecessori (1503 mar. 23, Roma, San Pietro)

Membr.; plica e tracce di filo serico rosso e giallo che reggeva un sigillo pendente deperdito presumibilmente di piombo; originale

13. Breve di Leone X: il papa concede l’indulgenza plenaria in forma di giubileo ai fedeli che si recheranno nella chiesa di Sant’Antonio dal venerdì prima della domenica delle Palme al venerdì santo; inoltre concede al guardiano del convento la facoltà di scegliere il numero necessario dei presbiteri secolari o regolari, che in quell’arco di tempo possono assolvere da tutti i peccati ad eccezione di quelli contenuti «in bulla in die cene Domini» (1518 mar. 3, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; originale

Nell’angolo inferiore destro: «[Petrus] Bembus» in qualità di segretario ai brevi

14. Litterae solemnes di Leone X: il papa concede l’indulgenza ai fedeli per la festa di sant’Antonio, confermando le decisioni dei suoi predecessori Sisto IV e Giulio II (1521 mag. 29, Roma, San Pietro)

Membr.; plica e tracce di filo serico rosso e giallo che reggeva un sigillo pendente deperdito presumibilmente di piombo; originale

15. Breve di Adriano VI: il papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli per la festa di sant’Antonio e a Simonetto «de Venetiis», ministro provinciale dell’Ordine, la facoltà di scegliere 10 presbiteri che in quel giorno possono assolvere da tutti i peccati ad eccezione di quelli contenuti «in bulla in die Cene Domini» (1523 giu. 3, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; originale

16. Breve di Clemente VII: il papa concede ai presidenti dell’Arca la revoca della sospensione dell’indulgenza plenaria ai fedeli per la festa di sant’Antonio, stabilita dai suoi predecessori (1526 mag. 12, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto inserito in una nuova camicia; originale

17. Breve di Gregorio XIII: il papa accorda ai sacerdoti secolari e regolari che celebrano la messa sull’altare nella cappella dell’Arca di concedere l’indulgenza e la remissione dei peccati per le anime del Purgatorio; una simile prerogativa è già in vigore per la chiesa di San Gregorio a Roma (1577 ott. 4, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; originale

18. Litterae solemnes di Sisto V: il papa concede al guardiano di celebrare la festa di sant’Antonio «sub duplici minori et proprio officio» (1585 gen. 14, Roma, San Pietro)

Membr.; plica e tracce di filo serico rosso e giallo che reggeva un sigillo pendente deperdito presumibilmente di piombo; originale

19. Litterae solemnes di Urbano VIII: il papa concede l’indulgenza ai fedeli che si recheranno nell’oratorio e nella cappella della confraternita dell’Immacolata Concezione (1639 mar. 1°, Roma, San Pietro)

Membr.; plica e buchi per sigillo pendente deperdito presumibilmente di piombo; originale

Allegati:

1. sul v incollata per un lembo: copia a stampa della bolla di Paolo V sui «privilegia ordinum Mendicantium quo ad petitionem elemosynarum et poenae inflictae impedientibus eorum quaestus» (1597 settembre 20); c. sciolta

20. Breve di Clemente X: il papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli che si recheranno ai sette altari nella chiesa di Sant’Antonio «ad septennium» (1674 gen. 16, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; inserito in una nuova camicia; originale

21. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1676 mag. 30)

c. sciolta a stampa (Stamperia Cadorino)

22. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1683 mag. 10)

c. sciolta a stampa (Stamperia Pietro Maria Frambotto)

23. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1690 set. 1°)

c. sciolta a stampa (Stamperia Sebastiano Speraindio)

24. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1693 mag. 20)

c. sciolta a stampa (Stamperia Sebastiano Speraindio)

25. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1704 mag. 7)

c. sciolta a stampa (Stamperia Penada)

26. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria; «Sommario delle indulgenze concesse dalla santità di nostro signore papa Paolo V a fratelli e sorelle dell’Immacolata Concezione della gloriosa Vergine Maria nella chiesa del Santo et altre indulgenze concesse a tutti i fedeli di Christo come qui sotto appare» (1706)

c. sciolta a stampa (Stamperia Penada)

27. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1712 dic. 10)

c. sciolta a stampa

28. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1714 giu. 8)

c. sciolta a stampa

29. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1717 feb. 13)

c. sciolta a stampa

30. Breve di Benedetto XIII per la nomina di un altro penitenziere, in carica per 5 anni, per la basilica del Santo (1726 apr. 5)

c. sciolta; sigillo aderente di cera; copia autenticata

31. Supplica del guardiano del Santo al papa Benedetto XIII per ottenere la licenza di trattenere un terzo delle elemosine riscosse durante la celebrazione delle messe negli oratori annessi al convento per le spese degli officianti e per la manutenzione del complesso conventuale (1727 gen. 16)

c. sciolta con sigillo di cera aderente

32. Breve di Benedetto XIII: il papa concede al guardiano del Santo di celebrare la messa solenne la sera della vigilia di Natale (1727 ott. 2, Roma, Santa Maria Maggiore)

Membr., inserito in una nuova camicia; originale

33. «1727. Recognitio bullę sequentis papae Benedicti XIII» (1727 dic. 11)

cc. sciolte

34. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1729 set. 26)

c. sciolta a stampa

35. Breve di Benedetto XIII: il papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli che si recheranno al Santo in qualunque anno e commissiona anche la redazione di copie autentiche del presente documento per una maggiore pubblicità (1730 gen. 24, Roma, San Pietro)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; originale

36. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza plenaria (1731 ago. 30)

c. sciolta a stampa

37. Comunicazione a stampa relativa all’indulgenza quotidiana il 2 agosto alla chiesa di Santa Maria degli Angeli di Assisi (1739 feb. 25)

c. sciolta a stampa

38. «1745. Instrumentum authenticum fidem prebens de reliquiis ecclesię Sancti Antonii in eodem enunciatis recognitis anno 1745 ab eminentissimo et reverendissimo cardinale Rezzonico tunc episcopo Patavino, nunc sanctissimo domino nostro Clemente divina providentia papa XIII» (1745 giu. 19)

Reg. cart. sfascicolato

39. Supplica dei presidenti dell’Arca al papa Clemente XIII (1750 gen. 31)

c. sciolta

40. Breve di Benedetto XIV: il papa concede l’indulgenza «per modum suffragii» per le anime di quei defunti ricordati nelle messe celebrate al secondo altare della basilica del Santo (1751 ago. 24, Roma, Santa Maria Maggiore)

Membr.; tracce di sigillo aderente di cera perduto; originale

41. «Copia della lettera del padre Bonaventura Spinelli intorno l’altare moderno privilegiato» (1751 ott. 23)

c. sciolta

42. «Consecratio altari 1783», copia autenticata del resoconto di Francesco Antonio Prosdocimi, cancelliere di Nicolò Antonio Giustiniani, vescovo di Padova, della cerimonia di consacrazione dell’altare nella cappella «vulgo il Santuario» (1783 ott. 18)

cc. sciolte non num.

43. La curia vescovile di Padova trasmette ai presidenti dell’Arca la copia autentica del verbale dello spostamento e della ricollocazione della lingua di sant’Antonio dopo il restauro del reliquiario tratta dal Liber diversorum (1859 feb. 12)

cc. sciolte

44. Francesco Spina, ministro provinciale, comunica ai presidenti dell’Arca la nomina pontificia di sette penitenzieri con gli stessi poteri spirituali e privilegi di quelli della basilica della Madonna di Loreto (1859 mag. 24)

c. sciolta

Allegati:

1. Supplica di Francesco Spina, ministro provinciale, al pontefice per la nomina di sette penitenzieri per la basilica del Santo, con gli stessi poteri spirituali e i privilegi di quelli della basilica della Madonna di Loreto (1859 gen. 25)

c. sciolta; sigillo aderente di cera

45. «Il reverendo padre guardiano presenta nel decreto della Sacra Congregazione dei Riti il privilegio quotidiano della messa votiva all’altare di sant’Antonio» (1862 giu. 23)

cc. sciolte inserite una dentro l’altra [1-2], inserite in una nuova camicia

c. [1]: «Visto si custodisca nella busta delle bolle nell’antico archivio»

46. Lettere patenti emanate da autorità ecclesiastiche per certificare l’autenticità delle reliquie (sec. XVIII)

cc. sciolte su modulo prestampato

47. Lettere patenti emanate da autorità ecclesiastiche per certificare l’autenticità delle reliquie (secc. XVIII-XIX)

cc. sciolte su modulo prestampato, non num.

48. «Numerus patentum litterarum in quibus enunciatur reliquie ecclesię Sancti Antonii» (sec. XIX)

Fasc. cart. acefalo; cc. non num.

49. «Alia dictarum reliquiarum distributio»: elenco delle reliquie conservate al Santo (sec. XIX)

Fasc. cart. cucito; cc. num. 1-7

Credits

L’inventario in formato digitale è stato curato da Giorgetta Bonfiglio-Dosio, sulla scorta dell’edizione a stampa: Giorgetta Bonfiglio-Dosio, Giulia Foladore, Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio. Inventario, Padova, Centro studi antoniani, 2017, voll. 3 (Varia, 60)

Orari di apertura

L’Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio è aperto solo su appuntamento con i seguenti orari:

Mercoledì ore 8:30-12:30 e 14:30-18:30
Giovedì ore 8:30-12:30

Per concordare una visita si prega di contattare la referente tramite l’apposito modulo