Chiudi
 Serie 08

Lettere 09


 

8.9 (72) 1761 mar. 30-1798 ott. 18

Lettere e carteggio

cassetta di cartone moderna contenente cc. sciolte

1) Lettere e carteggio (1761 mar. 30-1780 giu. 17)

fasc. contenente docc. 1-74

1. Lettera di Carlo Antonio Calvi da Bologna, ministro generale, a Giuseppe Mingoni, cancelliere dell’Arca, per la nomina di padre Carlo Giacomo Marini come predicatore per la quaresima successiva (1761 mar. 30)

mansio sull’involto

2. Fede di povertà e di buona condotta di Antonio Toffanin, rilasciata da Francesco Biccio, parroco di San Lorenzo (1761 mag. 3)
3. Supplica di Margherita Gella Leali, erede usufruttuaria del q. Leale Leali e proprietaria dei beni del q. Matteo Negri, ai presidenti dell’Arca per rateizzare il pagamento del debito di ducati 1280, lire 1, soldi 4 che nutre nei confronti dell’Arca [1761 ago. 31], riscontri puntuali a c. 9v del reg. 2.31 (32)
4. Supplica di Giovanni Battista Fabris, del q. Giovanni, ai presidenti dell’Arca per istituire pro anima sua una mansionaria [1761 ott. 6], riscontri puntuali a c. 10v del reg. 2.31 (32)
5. Lettera di Alessandro Regazzolo a Francesco Zabeo, quaderniere dell’Arca, per il pagamento di una fornitura di corda (1761 nov. 8)
6. Lettera di Giuseppe Mingoni, cancelliere dell’Arca, a Giovanni Battista Colombini da Brescia, ministro generale, per la nomina di padre Agostino Arbusti come predicatore per la quaresima successiva (1761 dic. 20)
7. Supplica del Capitolo della cattedrale di Padova ai presidenti dell’Arca per ottenere un’elemosina per la cerimonia di beatificazione di Gregorio Barbarigo, vescovo di Padova [ante 1762 gen. 20]
8. Delibera della presidenza dell’Arca in merito alla supplica del Capitolo della cattedrale di Padova, quest’ultima ricopiata integralmente in testa al documento (1762 gen. 20)
9. Relazione di Cesare Sartori sulla revisione dei libri contabili di Ludovico Loviselli, fattore di città (1762 mar. 16)
10. Dichiarazione di Giuseppe Mingoni, notaio e cancelliere dell’Arca, di aver ricevuto la supplica con le dimissioni di Francesco Lorenzoni, custode (1762 mar. 20)

Allegati:

1. Pubblico stridore per la carica di custode (1762 mar. 20)

11. Supplica di Tommaso Mattiuzzo, sotto custode, ai presidenti dell’Arca per essere assunto come custode, essendo vacante tale incarico [1762 mar. 25], riscontri puntuali a c. 17 del reg. 2.31 (32)
12. Accordo in forma di scrittura privata tra i presidenti dell’Arca e Giovanni Battista Calzavara per la locazione di una caneva, di proprietà dell’Arca, sita in contra’ dei Fabbri a Padova (1762 giu. 2)
13. Lettera di Angelo Pariati ai presidenti dell’Arca per il debito di Giovanni Antonio Venturini che nutre nei confronti dell’Arca (1762 giu. 14)
14. Terminazione di Lunardo Valmarana, podestà di Padova, per la sostituzione di Pietro Zacco, presidente alle liti, con Marc’Antonio Trevisan per la sola visita della Presidenza dell’Arca in Anguillara (1762 giu. 20)
15. Lettera di fra’ Francesco Antonio Savorini da Venezia ai presidenti dell’Arca per la sua nomina come predicatore per la quaresima successiva [post 1762 lug. 13], riscontri puntuali a c. 28v del reg. 2.31 (32)
16. Stridore scritto da Giuseppe Mingoni, cancelliere, per l’assunzione di uno scacciapoveri nella basilica con l’elenco di alcuni concorrenti al suddetto incarico (1763 gen. 1°)
17. Lettera di Nicolò Saetta, fattore di città, ai presidenti dell’Arca per relazionarli sugli affari dell’Arca in corso a Venezia (1763 gen. 29)
18. Lettera di Nicolò Saetta, fattore di città, ai presidenti dell’Arca per relazionarli sugli affari dell’Arca in corso a Venezia (1763 gen. 31)
19. Carteggio per i lavori di ripavimentazione del sagrato ([ante 1763 mar. 7]-1763 apr. 7)

Fasc. cart. contenente:

19.1 Minuta della supplica dei presidenti dell’Arca al Consiglio di dieci di Venezia per ottenere l’autorizzazione alla ripavimenta-zione del sagrato del Santo [ante 1763 mar. 7]
19.2 Supplica dei presidenti dell’Arca al Consiglio di dieci di Venezia per ottenere l’autorizzazione alla ripavimentazione del sagrato del Santo [ante 1763 mar. 7]
19.3 Terminazione in copia del Consiglio di dieci di Venezia in cui si autorizza l’Arca a procedere con l’opera di ripavimentazione del sagrato del Santo (1763 mar. 7)
19.4 Perizia di alcuni periti pubblici di Padova in merito ai lavori di ripavimentazione del sagrato del Santo commissionati dall’Arca (1763 apr. 7)
20. Invito a comparire per la riunione del collegio di Presidenza, su modulo prestam-pato (1763 mar. 26)
21. Minuta della delibera dell’Arca (1763 mar. 29)
22. Minuta per lo stridore per un nuovo nettachiostri (1763 mar. 30)
23. Invito a comparire per la riunione del collegio di Presidenza, su modulo prestam-pato (1763 apr. 5)
24. Carteggio per la vertenza tra l’Arca ed Enea Conti per il pagamento di un debito (1763 apr. 6-1763 apr. 26)

Fasc. cart. contenente:

24.1 «Santo contro Ca’ Conti» (1763 apr. 6)

mansio sull’involto

24.2 Nota per la vertenza tra l’Arca e Enea Conti per un debito (1763 apr. 26)
25. Minuta della delibera dell’Arca (1763 apr. 8)
26. Lettera di Antonio Regalin, fattore di campagna, a Giuseppe Mingoni, cancelliere dell’Arca per relazionarlo sugli affari dell’Arca in corso in Anguillara (1763 lug. 10)
27. Lettera di Antonio Regalin, fattore di campagna, a Giuseppe Mingoni, cancelliere dell’Arca per relazionarlo sugli affari dell’Arca in corso in Anguillara (1763 lug. 19)
28. «Capitoli neta chiostri et immondizie» [1763]
29. Carteggio per Marsilio Papafava, del q. Bernardin, per questioni connesse al pagamento di un livello (1764)

Fasc. cart. contenente:

29.1 Lettera di Marsilio Papafava, erede del q. Bernardin, ai presidenti dell’Arca per questioni connesse al pagamento di un livello (1764 mag. 17)
29.2 Minuta del n° 29.1 (1764 mag. 17)
29.3 Memoria circa la posizione di Marsilio Papafava [post 1764 mag. 17]
30. Terminazione di Andrea Vendramin, podestà di Padova, sulla gestione della cassa da parte dell’Arca (1764 mag. 29)
31. Dichiarazione di Moisè Trieste e del fratello, affittuali, sulle cattive condizioni in cui versa la casa con annesso magazzino sita in contra’ dei Fabbri, nel ghetto di Padova (1764 set. 11)
32. Carteggio per il ritrovamento di una colonna di marmo nero da ricollocare nel sagrato del Santo a spese dell’Arca (1765 feb. 6-1765 lug. 29)

Fasc. cart. contenente:

32.1 «Scrittua d’accordo per la colona stabilita col tagliapietra [Francesco] Ardosi come in essa» (1765 feb. 6)
32.2 Relazione di Pietro Vendramin, proto, al Consiglio dei dieci di Venezia per il ritrovamento nelle campagne di una colonna di marmo nero e la possibilità di reimpiegarla per collocare una statua di sant’Antonio nel sagrato a spese dell’Arca (1765 lug. 15)
32.3 Lettera del Consiglio di dieci di Venezia a Pietro Vendramin, provveditore di Padova, in merito al ritrovamento nei pressi della basilica del Santo di una colonna in marmo nero di epoca greca da reimpiegare per collocare una statua di sant’Antonio nel sagrato (1765 lug. 29)
33. Terminazione di Pietro Vendramin, provveditore di Padova, con risposta affermativa all’istanza presentata dall’Arca «per la continuazione dell’antico metodo: coll’articolo 11 poi fu comandato che restino a beneficio dell’Arca li avanzi delle cere che da persone particolari vengono consignate alla chiesa per qualche esposizione del venerabile all’altare del Santo» (1765 mar. 7)
34. Carteggio per la ristampa dell’opera di Pietro Saviolo, Benedetto Franco, Arca del Santo di Padova, ove si contengono li ordini e le regole spettanti alla retta amministrazione e buon governo de’ beni, rendite ed oblazioni dell’Arca stessa. Compilazione di Pietro Saviolo e Benedetto Franco, con l’aggiunta delle parti e decreti dall’anno 1727 fino all’anno 1765, Padova, Giovanni Battista Conzatti, 1765, con l’aggiunta delle successive parti (1765 mar. 26-[1765 mag. 1°])

Fasc. cart. contenente:

34.1 Annotazione sulla libertà da parte dell’Arca di far ristampare il libro di Pietro Saviolo, Benedetto Franco sull’Arca presso uno stampatore di fiducia [1765]
34.2 Lettera in duplice copia dei presidenti dell’Arca a Pietro Vendramin, provveditore di Padova per la ristampa del libro di Pietro Saviolo, Benedetto Franco sull’Arca da parte della stamperia di Giovanni Battista Penada (1765 mar. 26)
34.3 Lettera di Luigi Donà, cancelliere dell’Arca, a Giovanni Battista Filippato, procuratore, per la ristampa del libro di Pietro Saviolo, Benedetto Franco sull’Arca da parte della stamperia di Giovanni Battista Penada (1765 mar. 30)
34.4 Lettera dei presidenti dell’Arca al Consiglio di dieci di Venezia «per la ristampa dell’antica raccolta Saviolo, di cui ne esiste una sola copia, quanto dell’altra intitolata del Franco 1727, coll’aggiungersi le posteriori terminazioni e ducali da cotesto eccelso consiglio emanate» [1765 mag. 1°], riscontri puntuali a c. 72 del reg. 2.31 (32)
35. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di Presidenza dell’Arca (1765 giu. 19)
36. Carteggio per il funzionamento dell’Arca [post 1765-post 1787]

Fasc. cart. contenente:

36.1 «Informazione»: norme per il funzionamento dell’Arca, per l’elezione dei presidenti e i loro compiti, per la gestione dei legati testamentari [post 1765]
36.2 «Allegazione della fedelissima città di Padova», memoriale per il governo della Repubblica di Venezia sulla giurisdizione del Comune di Padova sulla basilica del Santo e sull’ente Veneranda Arca [post 1787]
36.3 Copia incompleta del n° 36.2 [post 1787]
37. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di Presidenza dell’Ar-ca (1768 giu. 20)

tracce di gore d’acqua

38. Supplica di Liberale Giuliani, scacciapoveri, ai presidenti dell’Arca per essere riammesso nel suo incarico [1769 gen. 8], riscontri puntuali a c. 173 del reg. 2.31 (32)
39. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di Presidenza dell’Ar-ca (1770 dic. 30)

tracce di gore d’acqua

40. Lettera di Giovanni Battista Filippato ai presidenti dell’Arca per gli affari dell’Arca in corso a Venezia (1771 feb. 21)
41. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di Presidenza dell’Ar-ca (1771 giu. 15)
42. «Nomina [dei presidenti], 1771 dicembre», minuta (1771 dic. 30)
43. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di presidenza dell’Ar-ca (1772 giu. 17)
44. Supplica di Giovanni Battista Dean, terzo campanaro, ai presidenti dell’Arca per ottenere il salario per il suo servizio [1773 gen. 5], riscontri puntuali a c. 285 del reg. 2.31 (32)
45. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di presidenza dell’Ar-ca (1773 giu. 21)
46. Lettera di Francesco Venezze ai presidenti dell’Arca a proposito delle ingiurie proferite da Antonio Simon, detto Mazzamondo, contro Antonio Regalin, fattore di campagna (1773 giu. 28)
47. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di presidenza dell’Ar-ca (1773 dic. 30)
48. «Nomina de’ presidenti», minuta (1774 giu. 18)
49. Terminazione del podestà di Padova che autorizza l’Arca ad utilizzare i depositi al Monte di Pietà e al Deposito Novissimo in Zecca per pagare i lavori di «indispensabile accomodamento delle arginature dell’Adige al sito di Anguillara» (1774 ott. 1°)
50. «Nomina [dei presidenti], 29 dicembre 1774», minuta (1774 dic. 29)
51. «Nota delle rendite certe che devono intrar in cassa della Veneranda Arca del glorioso sant’Antonio nell’anno presente 1776» (1776 mag. 4-1776 giu. 10)
52. «Nomina [dei presidenti], 30 dicembre 1776», minuta (1776 dic. 30)
53. Richiesta di Lorenzo Alessandro Marcello ai presidenti dell’Arca per poter stipulare affittanze di dieci anni delle possessioni dell’Arca in Anguillara Veneta (1777 feb. 26)
54. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di presidenza dell’Ar-ca (1777 giu. 19)
55. Lettera dei presidenti dell’Arca al podestà di Padova per ottenere un aiuto economico per far fronte alle spese straordinarie derivanti dalle gravi esondazioni del fiume Adige [ricevuta il 1777 ago. 24]
56. «Arca. Nomina [dei presidenti] dicembre 1777», minuta (1777 dic. 30)
57. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di Presidenza dell’Arca (1778 giu. 21)
58. Lettera di padre Luigi Bastucci ai presidenti dell’Arca per la sua nomina a predica-tore per la quaresima (1778 set. 18)
59. Appunto relativo alla parte della Presidenza del 1776 mag. 24 con cui si fa stampare materiale di cancelleria (1778 dic. 30)
60. Lettera di Giuseppe Bonon, pieggio, a Matteo Fanzago, cancelliere dell’Arca, per il pagamento del debito di Domenico Savella (1779 dic. 29)

mansio sull’involto

61. Lettera di Giovanni Battista Filippato a Matteo Fanzago, cancelliere dell’Arca, per relazionarlo sugli affari dell’Arca in corso a Venezia (1780 giu. 17)

tracce di sigillo di cera aderente

2) Lettere e carteggio (1781 lug. 21-1798 ott. 18)

fasc. contenente docc. 1-84

1. «1781, 21 luglio. Capitoli che restano dichiariti et aggionti al carico dell’invigilatore e sia scacciapoveri» (1781 lug. 21)
2. Lettera di Carlo Talpo ai presidenti dell’Arca per sostenere personalmente le spese del fratello Giuseppe (1781 set. 11)
3. Memoria di Matteo Fanzago, cancelliere dell’Arca, sulla visita del pontefice alla basilica del Santo [1782 mag. 23], riscontri puntuali a cc. 11v-12 del reg. 2.33 (34)
4. Lettera di Giovanni Battista Regalin, fattore di campagna, ai presidenti dell’Arca per ragguagliarli su alcune ispezioni compiute in Anguillara [1782 dic. 28-1804 ago. 16]
5. «1782. Memoriale per essiger dinaro dal Monte [di Pietà], deposito San Bonifacio per pagar stipendiari e riatar argini Adice e Gorzon» [1782]
6. Minute del carteggio tra la presidenza dell’Arca e il Camerlengo del Consiglio di dieci di Venezia sulla necessità di avere «una provvidenza statutaria per l’economica amministrazione delle rendite della basilica del glorioso sant’Antonio di Padova dietro alla cognizione de’ gravi disordini dai quali derivava sempre sbilanciato lo stato economico di quel santuario» [post 1783 gen. 16]
7. Delibere dell’Arca in copia sulla necessità di stabilire la proprietà degli arredi sacri, delle pianete, degli ostensori e quant’altro in virtù dell’imminente visita pastorale del vescovo di Padova (1783 gen. 19-1784 gen. 22)
8. Supplica di Francesco Antonio Cerato, procuratore alle elemosine delle monache di San Girolamo di Bassano, ai presidenti dell’Arca per ottenere un’elemosina per sostenere le spese per la causa di beatificazione di Giovanna Maria Bonomo, monaca del suddetto monastero, in corso presso la Sacra Congregazione dei riti di Venezia [ante 1783 giu. 9]
9. Carteggio tra i presidenti dell’Arca e il Camerlengo del Consiglio di dieci di Venezia sulla necessità di stabilire la proprietà degli arredi sacri, delle pianete, degli ostensori e altre suppellettili in vista dell’imminente visita pastorale del vescovo di Padova (1784 gen. 8-1784 gen. 22)
10. «Nomina de’ nobbili signori che sono in contumacia lì 16 giugno 1784» (1784 giu. 16)
11. Memoriale relativo al pagamento dei salariati e alla gestione dell’amministrazione di campagna per la riscossione delle affittanze e le spese per eventuali danni causati dalle inondazioni [post 1784]
12. «Nomina de’ nobbili signori che sono in contumacia lì 15 giugno 1785» (1785 giu. 15)
13. Minuta con l’elenco dei candidati per il rinnovo del collegio di presidenza dell’Arca (1785 dic. 29)
14. Lettera di Antonio Antica, avvocato, a Giovanni Maria Piazza, avvocato, sugli affari dell’Arca in corso a Venezia (1787 lug. 16)
15. I fratelli Widman comunicano ai presidenti dell’Arca che costruiranno a loro spese un ponte di legno che attraversa la fossa Moncelesana per consentire agli abitanti di recarsi al mercato da loro istituito a Bagnoli [post 1787 nov. 24]
16. Carteggio tra i presidenti dell’Arca e il Camerlengo e i Revisori alla Cassa del Consiglio di dieci di Venezia «riguardante l’interna disciplina di governo della medesima [Arca] e sopra il memoriale presentato dalla Presidenza rapporto alla elezione, possesso, e durazione de’ presidenti della medesima» (1788 gen. 15-[post 1788 set. 1°])
17. «Copia di capitolo di 3 aprile 1589 tratta dal libro Arca del Santo di Padova, compilato da Pietro Saviolo e stampato per Giovanni Battista Conzatti l’anno 1727 dell’ambasciador di Roma a carta 148, paragrafo 352» con sottoscrizione autografa di Andrea Antonio Dorighello, notaio padovano (1788 apr. 12)
18. Lettera di Girolamo Trevisan a Giovanni Maria Piazza, avvocato, sugli affari dell’Arca in corso a Venezia (1788 apr. 22)
19. Lettera di Girolamo Trevisan a Giovanni Maria Piazza, avvocato, sugli affari dell’Arca in corso a Venezia (1788 apr. 25)

tracce di sigillo di cera aderente

20. «Copia tratta dalla terminazione statutaria per l’economica amministrazione delle rendite della Veneranda Arca del glorioso sant’Antonio formata dagli illustrissimi et eccellentissimi Camerlengo e Revisori alla Cassa dell’eccellentissimo Consiglio di dieci, 15 settembre 1788 decretata» (1788 set. 15)
21. Appunti sulla pubblicazione di Emmanuele de Azevedo da Coimbra, Vita del taumaturgo portoghese sant’Antonio di Padova, arricchita di nuove notizie e critiche osservazioni tratte da codici e monumenti sicuri, ignoti agli stessi più classici non che ad altri autori delle cento e più vite…, Bologna, 1790 [1790]
22. Lettera di fra Bernardino Pianzola ai presidenti religiosi dell’Arca per un «bassorilievo in marmo di Carrara contenente i nostri cinque beati protomartiri e li beati padovani figli di questo venerabile convento» da collocarsi «su l’altare del beato Luca» (1792 giu. 8)
23. Carteggio di Giovanni Battista Regalin, fattore di campagna, per la gestione e l’amministrazione della possessione del Traversagno (1798 set. 22-1798 ott. 18)
24. Appunto su procedimenti giudiziari [sec. XVIII in.]
25. Rimostranze di un artista romano circa il mancato rispetto del contratto da parte dell’Arca e richiesta di almeno 200 ducati [sec. XVIII in.]
26. Ipotesi di restauro per la copertura della basilica e della «lanterna» [sec. XVIII in.]
27. Supplica di Gaetano Calore, primo campanaro, ai presidenti dell’Arca per essere riassunto con annotazione di Giovanni Battista Bonato, cancelliere, in merito all’accoglimento o meno dell’istanza da parte della Presidenza [sec. XVIII in.]
28. Supplica di Francesco Griggio, primo campanaro, ai presidenti dell’Arca per essere assunto come nettabronzi, vista l’età avanzata [sec. XVIII in.]
29. Supplica di Pellegrino Zambon, cieco, della parrocchia di San Leonardo di Padova, ai presidenti dell’Arca per essere ammesso nella basilica come questuante [sec. XVIII in.]
30. «Polliza di me Antonio Munaron nella possession di San Gierollamo» [sec. XVIII in.]
31. Supplica di Zuane e Francesco, fratelli Sfrisi del q. Antonio, ai presidenti dell’Arca per dilazionare il pagamento del loro debito [sec. XVIII in.]
32. Supplica di Giovanni Battista Salvagnin, affittuale della possessione del Traversagno, ai presidenti dell’Arca per ottenere la dimunizione del canone di locazione [sec. XVIII in.]
33. Supplica di Giovanni Battista Baiolin, del q. Anzolo, affittuale di alcune possessioni in Anguillara, ai presidenti dell’Arca per ottenere la sospensione del pagamento dell’affitto avendo subito danni e spese staordinarie a causa di gravi inondazioni [sec. XVIII in.]

foro di filza

34. Supplica di Gaetano Calore, primo campanaro, e Battista Giacon, secondo campanaro e nettabronzi, ai presidenti dell’Arca per essere decurtati del loro stipendio per il furto di un candelabro [sec. XVIII in.]
35. Involto di una lettera, non reperita, di Giovanni Battista Filippato a Giuseppe Mingoni, cancelliere dell’Arca [seconda metà sec. XVIII]

tracce di sigillo di cera aderente

36. Lettera di Giovanni Maria Piazza, avvocato, sulle gravezze che l’Arca deve pagare nei territori di sua proprietà siti in Anguillara [sec. XVIII ex.]
37. Supplica di Francesco, del q. Giovanni Battista Bisaglia, ai presidenti dell’Arca per ottenere l’autorizzazione a sradicare 50 salici in una «marezana» all’interno della possessione di San Michele a lui concessa in locazione [sec. XVIII ex.]

Inserti:

1. «Adice marezana», mappa in acquerello nero con tracce di muffa vinosa (s.d.)

2. «Nella possessione San Bonaventura», disegno di alcuni campi con possibili destinazioni d’uso (ad es. «sabioneto da ridurre») con tracce di muffa vinosa (s.d.)

38. Supplica di Giovanni Battista Savella ai presidenti dell’Arca per il contratto di locazione della possessione del Grottaretto al prezzo di ducati 115 annui [sec. XVIII ex.]

tracce di sigillo di cera aderente

39. Supplica di un salariato, non meglio identificabile, ai presidenti dell’Arca per essere riassunto [sec. XVIII ex.]
40. Lettera di Francesco Abriani, del q. Fabrizio, ai presidenti dell’Arca per un livello affrancabile di ducati 2000 [sec. XVIII ex.]
41. Supplica di Bonifacio Aldrighetti e Giovanni de’ Lazara, rappresentanti della Ca’ di Dio di Padova, ai presidenti dell’Arca, per ottenere un’elemosina per l’attività della congregazione [sec. XVIII]

foro di filza

42. Supplica di fra Antonio Maria Bresciani ai presidenti dell’Arca per ottenere un’elemosina maggiore, tenuto conto dell’aumento del numero di messe celebrate nella mansionaria, a lui assegnata già da tempo [sec. XVIII]

foro di filza

43. Minuta delle delibera che spetti ai presidenti alle liti «l’ordinar ogn’anno in montagna quella quantità e qualità di legname, ed a Brescia alle cave quella ferramenta e chioderia, ed a Venezia, ne’ tempi d’abbondanza quella quantità di piombo, che alla prudenza e consiglio de’ marangoni e piombista sarà creduto necessario» [sec. XVIII]

foro di filza

44. Supplica di Felice Nardi, del q. Matteo, ai presidenti dell’Arca per essere assunto come campanaro [sec. XVIII]
45. Supplica di Giovanni Battista Massari ai presidenti dell’Arca per ottenere un sussidio economico, essendo caduto dall’impalcatura durante i lavori di restauro della cupola di San Felice, avendo riportato gravi fratture ad entrambe le gambe e a un braccio [sec. XVIII]
46. Carteggio relativo alla decorazione pittorica delle cupole [sec. XVIII]

contenente:

46.1 Lettera priva di sottoscrizione in merito alla decorazione delle cupole del Santo [sec. XVIII]
46.2 Minuta della lettera 46.1 [sec. XVIII]

Sul r.: reimpiego della lettera di Bortolo Bonanome, guardiano del convento di Rovigo, per accompagnare nel pellegrinaggio al Santo fra Antonio Lenta, suo cuoco (1716 giu. 14)

46.3 Appunto privo di sottoscrizione in merito alla decorazione delle cupole [sec. XVIII]
47. Involto di una lettera, non reperita, indirizzata a padre Agostino Panighetti, guardiano [sec. XVIII]

foro di filza e tracce di sigillo aderente di cera

48. Involto di una lettera, non reperita, indirizzata a Giacomo da Lion [sec. XVIII]

foro di filza e tracce di sigillo aderente di cera

49. Lettera di Antonio Guariente, del q. Giovanni Battista, ai presidenti dell’Arca per far rispettare il legato testamentario del padre a favore della basilica del Santo, il quale consiste in «ogni anno due giorni avanti la festitività di detto glorioso santo spedir a proprie spese una persona timorata d’Iddio alla medema città di Padova con troni sei de’ denaro per far celebrare all’altare di detto santo tre santissimi sacrifitii de’ morto per salute dell’anima d’esso testatore e de’ suoi parenti, et inoltre col dover offerire una torcia di cera bianca di Venetia di libre dieci con un zechino d’oro» [sec. XVIII]

foro di filza

50. Supplica di Angelo Genovese, affittuale, ai presidenti dell’Arca per la riduzione del canone di locazione di alcuni mulini siti nella contrada del Maglio di Padova, avendo subito ingenti danni a causa delle inondazioni [sec. XVIII]

foro di filza

51. Lettera di Francesco e fratelli Bisaglia, affittuali, ai presidenti dell’Arca sullo stato di due stalle nelle possessioni di San Bonaventura e San Ludovico [sec. XVIII]
52. «Polizza di me Anna Magon, relicta di Antonio Gobbato affittuale delle possessioni San Francesco, Zancheta. Con la solita piaggieria insolidaria delli miei frateli Leonardo et Basilio» [sec. XVIII]
53. Supplica di Domenico Battisti, affittuale, ai presidenti dell’Arca per ottenere la diminuzione del canone di locazione della possessione di San Michele, per i danni subiti dall’esondazione del fiume Adige [sec. XVIII]
54. Carteggio relativo alla costruzione di mulini di proprietà dell’Arca [sec. XVIII]
55. «Informazione a lume e direzione del nobile signor Zuanne Barbato» per i danni subiti ai mulini siti nella contrada del Maglio di Padova di proprietà dell’Arca e concessi in affitto [sec. XVIII]
56. Lettera di Manfredo Conti ai presidenti dell’Arca di poter porre per devozione una lampada «nella parte anteriore della cappella del Santo » [sec. XVIII]

foro di filza

57. Supplica di Giacomo Battagiella e Giuseppe Ruzante, orefici, ai presidenti dell’Arca per ottenere il rimborso delle spese sostenute per la realizzazione di una lampada in oro massiccio [sec. XVIII]
58. Accordo in duplice copia tra i presidenti dell’Arca e Giuseppe Briati da Venezia per la fornitura di materiali per la preparazione della chiesa [sec. XVIII]
59. «Per l’argine dell’Adice» [sec. XVIII]
60. Lettera dei presidenti all’Adige ai «deputati rappresentanti il consiglio generale» di Padova sui danni del fiume Adige [sec. XVIII]
61. «Copia tratta dallo statuto padovano manoscritto esistente nella biblioteca dei reverendi padri di San Francesco Grande di Padova. De pontibus universis rubrica 6» (1236 in copia del sec. XVIII)
62. «Copia tratta dallo statuto padovano manoscritto pag. 388 esistente nella biblioteca dei reverendi padri di San Francesco Grande di Padova. De navigiis, riveriis, restariis et balneis. Rubrica 4» (1236 in copia del sec. XVIII)
63. Supplica di Annibale Venturini ai presidenti dell’Arca per ottenere che il canone pagato a nome di Antonia Grotta Morari sia non più in natura, ma in contanti [metà sec. XVIII]
64. Lettera di suor C.A. al padre provinciale per chiedere un’elemosina per il suo convento [sec. XVIII]
65. Minuta della lettera dei presidenti dell’Arca al Consiglio di dieci di Venezia sui compiti dell’Arca per il finanziamento e il mantenimento della biblioteca del convento [sec. XVIII]
66. Relazione di un affittuale ai presidenti dell’Arca sul cattivo stato di alcuni mulini siti in contrada del Maglio di Padova [sec. XVIII]
67. «Notta dell’entrada proveniente dalli beni della signora Maria Fortunata Mingoni Scarella con li agravi della medesima dipendenti» [sec. XVIII]
68. Supplica di Giovanni Carlo Benetti, «cercatore», ai presidenti dell’Arca per essere riconfermato nel suo incarico [sec. XVIII]
69. Supplica dei governatori della Ca’ di Dio di Padova ai presidenti dell’Arca per ottenere un’elemosina [sec. XVIII]
70. Lettera dei presidenti dell’Arca al Consiglio di dieci di Venezia per i lavori di ampliamento della biblioteca del convento e le spese sostenute [sec. XVIII]
71. Supplica di fra Giovanni Antonio Rizzi da Padova ai presidenti dell’Arca per far sistemare la camera e il camino della cucina attigua alla stessa per ospitare il padre predicatore per la quaresima successiva [sec. XVIII]
72. Nota in merito alla preparazione dell’apparato per la festa del 13 giugno [sec. XVIII]
73. Supplica di fra Michele Angelo Rocchi dal Borgo Sansepolcro ai presidenti dell’Arca per ottenere un’elemosina per fare alcuni candelieri in bronzo [sec. XVIII]

foro di filza

74. Supplica di Apollonia Carli, locataria, ai presidenti dell’Arca di dilazionare il pagamento del suo debito, essendo stata colpita da numerose inondazioni [sec. XVIII]

sigillo di cera aderente

75. «Polizza delle vedove Braganze heredi del q. Zuanne per la possessione di San Bernardin colla sicurtà di Domenico Frezzato d’Anguillara» [sec. XVIII]

sigillo di cera aderente

76. Supplica di Giovanni Paolo Gazzetta da Vanzo, locatario della possessione della Riolfa, ai presidenti dell’Arca per ottenere di dilazionare il pagamento dell’affitto [sec. XVIII]
77. Supplica di Alessandro Campaci ai presidenti dell’Arca per ottenere la locazione delle possessioni di San Ludovico e di San Bonaventura [sec. XVIII]
78. Supplica di Melchiorre Brasolin ai presidenti dell’Arca per dilazionare il pagamento del suo debito, essendo stato colpito da una grave moria di bestiame [sec. XVIII]
79. Lettera di Nicolò Sanguinazzi ai presidenti dell’Arca per ottenere ducati 1100 a livello francabile [sec. XVIII]
80. Supplica priva di sottoscrizione per chiedere ai presidenti dell’Arca un aiuto economico per la Cà di Dio di Padova [sec. XVIII]

foro di filza

81. Supplica della Fraglia dei fornai di Padova ai presidenti dell’Arca per ottenere una sala dove riunirsi in capitolo e precisamente «nel reverendo convento del Santo sopra il volto dentro la porta mondana vi è certo luogo vacuo e disabitato di cui li padri non si servono ad alcuno uso» [sec. XVIII]
82. Supplica di un cantore, non identificabile, ai presidenti dell’Arca per ottenere l’annullamento del suo debito, obbligandosi in cambio «per tutto quest’anno corrente di venir a servire per cantore tutto quel tempo che fu espresso nella parte presa in questa congregatione» [sec. XVIII]
83. «Ricordo alla Veneranda Arca»: nota di Zangiacomo Peron in merito a lasciti testamentari all’Arca [sec. XVIII]
84. Lettera di Francesca, vedova del q. Giacomo Alpion, ai presidenti dell’Arca in cui si offre di pagare ducati 4 annui come rata per l’estinzione del debito di lire 200 per livello decorso e non pagato [sec. XVIII]

Credits

L’inventario in formato digitale è stato curato da Giorgetta Bonfiglio-Dosio, sulla scorta dell’edizione a stampa: Giorgetta Bonfiglio-Dosio, Giulia Foladore, Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio. Inventario, Padova, Centro studi antoniani, 2017, voll. 3 (Varia, 60)

Orari di apertura

INFORMIAMO CHE A SEGUITO DELL’EMERGENZA CORONAVIRUS L’ARCHIVIO RESTERA’ CHIUSO AL PUBBLICO FINO A NUOVA DISPOSIZIONE.

L’Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio è aperto solo su appuntamento con i seguenti orari:

Mercoledì ore 8:45-12:30 e 14:30-18:00
Giovedì ore 8:45-12:30

Per concordare una visita si prega di contattare la referente tramite l’apposito modulo
o direttamente tramite l’e-mail a:
archivio.arcadisantantonio@gmail.com