Chiudi
 Serie 19

Ceri 01


 

CONTABILITÀ DEI CERI

1517-1826

Unità archivistiche: regg. 16 + fasc. 1

L’offerta di ceri fa parte integrante delle pratiche devozionali tradizionalmente tributate a sant’Antonio. La gestione delle offerte di ceri e dell’approvvigionamento di cera per le liturgie rientrava fra le competenze dell’Arca.

La contabilità dei ceri era tenuta in un libro giornale, organizzato talora a colonna unica, tal’altra a facciate contrapposte (dare e avere); l’ordine delle registrazioni era strettamente cronologico. Erano segnati sia i ceri offerti dai fedeli sia quelli usati dai differenti addetti (ad esempio, campanaro, custode) per lo svolgimento delle celebrazioni liturgiche in basilica durante tutto l’anno, specie il 13 giugno. I dati raccolti erano visionati, controllati e sottoscritti periodicamente dal padre guardiano e dal presidente alla chiesa. Dal 1684 lo spazio destinato alle sottoscrizioni del guardiano e del presidente alla chiesa risulta lasciato in bianco.

Incaricato della tenuta dei registri era, fra il 1517 e il 1538, il presidente cassiere in carica.

Il 16 agosto 1661 la Presidenza dell’Arca approvò i nuovi capitoli sui compiti del fattore di città, tra i quali al punto ottavo vi era la gestione della contabilità dei ceri.

*Inventario a stampa, p. 1165-1170.

 

19.1 (834) 1517 mar. 31-1539 gen. 3
Libro giornale dei ceri

presidente cassiere: Battista da Lion nel 1517, Valerio dal Mulo nel 1538

Reg. cart.

Credits

L’inventario in formato digitale è stato curato da Giorgetta Bonfiglio-Dosio, sulla scorta dell’edizione a stampa: Giorgetta Bonfiglio-Dosio, Giulia Foladore, Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio. Inventario, Padova, Centro studi antoniani, 2017, voll. 3 (Varia, 60)

Orari di apertura

RIAPERTURA ARCHIVIO DELLA VENERANDA ARCA DI S. ANTONIO MERCOLEDì 1 SETTEMBRE SOLO SU APPUNTAMENTO CON GREEN PASS.

Si avvisano i signori Studiosi che, ai sensi del D.L. 23 luglio 2021, n. 105, recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”, a partire dal 6 agosto 2021 l’accesso alla sala studio dell’Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio è consentito unicamente alle persone in possesso di certificazione verde COVID-19 (il cosiddetto GREEN PASS, che attesta una delle seguenti condizioni: aver fatto la vaccinazione anti COVID-19; essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore; essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi) in corso di validità e previa verifica dell’identità personale.
Le informazioni sulla procedura da seguire per ottenere il GREEN PASS sono disponibili sul sito www.dgc.gov.it.

L’Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio è aperto nel rispetto del protocollo di sicurezza ANTICOVID19 (MASCHERINA per tutto il tempo di permanenza in sala lettura e DISTANZA MINIMA DI M 1,5 dal personale), e solo su appuntamento con i seguenti orari:

Mercoledì  ore 9:00-12:30
Giovedì       ore 9:00-12:30

Per concordare una visita si prega di utilizzare l’apposito modulo o scrivere un’e-mail a:
archivio.arcadisantantonio@gmail.com